LEGGE 28 luglio 1967, n. 641

Nuove norme per l'edilizia scolastica e universitaria e piano finanziario dell'intervento per il quinquennio 1967-1971.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 22/01/2003)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 28-12-1969
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 39.
                     (Progettazione delle opere)

  Alla  progettazione delle opere le istituzioni di cui al successivo
articolo  42 provvedono mediante pubblici concorsi o avvalendosi, per
incarico   direttamente   conferito,   di   prestazioni   di   liberi
professionisti,  ovvero,  per  spese  il cui importo non ecceda i 500
milioni,  a  mezzo di uffici tecnici propri o dei rispettivi Consorzi
edilizi universitari.((2))
  Per i progetti riguardanti opere di importo superiore a 500 milioni
di  lire,  escluso  il  costo  del  terreno  e  dell'arredamento,  e'
obbligatorio  il  pubblico  concorso.  Nei  casi  in  cui occorra una
progettazione    generale    estesa   ad   un   intero   comprensorio
universitario, oppure nei casi di particolare rilevanza urbanistica o
ambientale  il  concorso  sara' svolto in due gradi, costituiti da un
primo  concorso  di idee, atte a promuovere l'impegno dei progettisti
verso  nuove strutture integrate funzionalmente sul piano urbanistico
ed  edilizio, e da un successivo concorso definitivo, da svolgere tra
i concorrenti autori dei progetti ritenuti piu' idonei.((2))
  I concorsi di cui al precedente comma sono espletati in conformita'
a  norme  di  bandi-tipo,  approvate  con  decreto del Ministro per i
lavori  pubblici,  di  concerto  con  il  Ministro  per  la  pubblica
istruzione.  Con  tali norme sono, fra l'altro, determinati i termini
di tempo relativi alla presentazione dei progetti e all'emissione del
giudizio  di  merito;  detti  termini  non  dovranno complessivamente
superare, per ogni grado di concorso, i 250 giorni.
---------------
AGGIORNAMENTO (2)
  Il  D.L.  24  ottobre  1969, n. 701, convertito , con modificazioni
dalla L. 22 dicembre 1969, n. 952 ha disposto (con l'art. 9, comma 2)
che  "L'importo  di  spesa, stabilito dall'articolo 39, commi primo e
secondo,  della  legge  28  luglio  1967,  n.  641,  e'  elevato a un
miliardo."