LEGGE 21 luglio 1967, n. 613

Ricerca e coltivazione degli idrocarburi liquidi e gassosi nel mare territoriale e nella piattaforma continentale e modificazioni alla legge 11 gennaio 1957, n. 6, sulla ricerca e coltivazione degli idrocarburi liquidi e gassosi.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 01/02/2005)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 31-1-1991
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 27.

  ((COMMA ABROGATO DALLA L. 9 GENNAIO 1991, N. 9)).
  ((COMMA ABROGATO DALLA L. 9 GENNAIO 1991, N. 9)).
  La  domanda  di  concessione  deve  essere  presentata al Ministero
dell'industria,  del  commercio  e  dell'artigianato,  corredata  del
programma  dei  lavori  di  sviluppo e dei lavori di ricerca previsti
nell'ambito  della concessione, a pena di decadenza entro un anno dal
riconoscimento  da  parte  dell'Ufficio  nazionale  minerario per gli
idrocarburi  del ritrovamento e delle caratteristiche di cui al comma
primo.
  Il  programma  indica  il  termine  entro  il  quale  si prevede di
completare lo sviluppo del campo e di dare inizio alla coltivazione.
  La concessione, previo accertamento dell'adempimento degli obblighi
derivanti  dal  permesso,  e' rilasciata, sentito il Comitato tecnico
per  gli  idrocarburi,  con  decreto del Ministro per l'industria, il
commercio  e  l'artigianato,  di  concerto  con  quello per la marina
mercantile  per  quanto  attiene  alle  prescrizioni  concernenti  le
materie di cui al terzo e quinto comma dell'articolo 2.
  Con   lo   stesso   decreto  sono  determinate  l'estensione  e  la
configurazione dell'area della concessione, e' approvato il programma
di  sviluppo  del campo di coltivazione e ne e' fissato il termine di
ultimazione  ed  e'  altresi'  approvato  il  programma dei lavori di
ricerca previsti nell'ambito della concessione.
  ((COMMA ABROGATO DALLA L. 9 GENNAIO 1991, N. 9)).
  La  concessione  e' regolata dal disciplinare tipo vigente all'atto
del rilascio del relativo permesso.