LEGGE 16 settembre 1960, n. 1014

Norme per contribuire alla sistemazione dei bilanci comunali e provinciali e modificazioni di talune disposizioni in materia di tributi locali.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 20/07/1965)
Testo in vigore dal: 15-10-1960
                               Art. 7.

  Con  inizio  dal  1  luglio  1959  lo  Stato  contribuisce  con gli
stanziamenti  di  cui  ai  commi seguenti alle spese per l'istruzione
pubblica  statale di pertinenza dei Comuni e delle Provincie, escluse
quelle  relative  alla  costruzione  degli edifici scolastici, per le
quali  si  applicano  le  disposizioni  di  legge  sulla  particolare
materia.
  Il  contributo  dello  Stato e' fissato agli effetti del precedente
comma:
    per l'esercizio 1959-60 in lire otto miliardi a favore dei Comuni
e in lire due miliardi a favore delle Provincie;
    per  l'esercizio  1960-61  in  lire  sedici miliardi a favore dei
Comuni e in lire quattro miliardi a favore delle Provincie;
    per  l'esercizio  1961-62  in lire ventiquattro miliardi a favore
dei Comuni e in lire sei miliardi a favore delle Provincie;
    per  l'esercizio  1962-63 in lire trentadue miliardi a favore dei
Comuni e in lire otto miliardi a favore delle Provincie.
  Per  gli esercizi successivi l'ammontare del contributo dello Stato
sara'  determinato  annualmente  con  la  legge di approvazione dello
stato  di  previsione  della  spesa del Ministero del tesoro, tenendo
conto  dell'incremento  delle  spese  a  cui lo Stato contribuisce ai
sensi  del  presente  articolo,  e comunque in misura non inferiore a
quella  prevista  dal  comma  precedente  per l'esercizio 1962-63. La
suddivisione  del contributo fra Comuni e Provincie verra' effettuata
in  proporzione  delle  spese  rispettivamente sostenute dai Comuni e
dalle Provincie nel corso del biennio precedente.