LEGGE 25 marzo 1959, n. 125

Norme sul commercio all'ingrosso dei prodotti ortofrutticoli, delle carni e dei prodotti ittici.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 30/08/2012)
Testo in vigore dal: 14-9-2012
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 3. 
 
  Coloro che  intendono  esercitare  il  commercio  all'ingrosso  dei
prodotti ortofrutticoli, delle carni e dei  prodotti  ittici  debbono
farne preventiva denuncia  alla  Camera  di  commercio,  industria  e
agricoltura, che  li  iscrive  in  apposito  albo.  Ad  essi  non  si
applicano le norme di cui al regio decreto-legge 16 dicembre 1926, n. 
2174. 
  ((COMMA ABROGATO DAL 	D.LGS. 26 marzo 2010, N. 59, COME  MODIFICATO
DAL D.LGS. 6 AGOSTO 2012 N.147)). 
  L'iscrizione negli albi previsti dal presente articolo deve  essere
negata ed eventualmente revocata se gia' concessa: 
    1) a chi ha riportato  una  condanna  a  pena  restrittiva  della
liberta' personale superiore a tre anni per delitto non colposo; 
    2) a chi e' sottoposto a misura di prevenzione,  ai  sensi  della
legge 27 dicembre 1956, n. 1423, o di sicurezza personale, o e' stato
dichiarato delinquente abituale, professionale o per tendenza; 
    3) a condannati, per delitti dolosi previsti dal  titolo  VI  del
regio decreto 16 marzo 1942, n. 267, e per quelli  dolosi  contro  la
pubblica  Amministrazione,  o  l'ordine  pubblico,  o   l'incolumita'
pubblica, o la fede pubblica o l'economia pubblica, l'industria e  il
commercio, o le persone, o il patrimonio, a  pena  superiore  ai  sei
mesi. 
  L'iscrizione deve essere revocata: 
    1)  a  chi   maliziosamente   sottragga   al   mercato   prodotti
ortofrutticoli, carni o prodotti ittici, o li distrugga; 
    2) a chi venda gli stessi prodotti a prezzi  superiori  a  quelli
fissati dall'autorita'; 
    3) a chi venga condannato per due  volte  consecutive,  qualunque
sia l'entita' delle rispettive pene, per  i  delitti  previsti  dagli
articoli 353, 355, 356, 472, 473, 474, 515, 516, 517 e 623 del Codice
penale, o per le frodi  e  le  sofisticazioni  contemplate  in  leggi
speciali di igiene e polizia annonaria. (7)((8)) 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (7) 
  Il D. Lgs. 31 marzo 1998, n. 114 ha disposto (con l'art.  5,  comma
11) che "L'albo istituito dall'articolo 3 della legge 25 marzo  1959,
n. 125, e' soppresso". 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (8) 
  Il D.Lgs. 26 marzo 2010, n. 59, come modificato dal D.Lgs. 6 agosto
2012 n.147 ha disposto (con l'art. 71-ter, comma 1) che "A  decorrere
dalla data di entrata in vigore del presente articolo,  e'  soppresso
l'albo  dei  commissionari,  mandatari  e   astatori   dei   prodotti
ortofrutticoli, carnei ed ittici".