LEGGE 29 aprile 1949, n. 264

Provvedimenti in materia di avviamento al lavoro e di assistenza dei lavoratori involontariamente disoccupati.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 09/10/2003)
Testo in vigore dal: 6-6-1949
al: 10-7-1959
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                              Art. 27. 
 
  Chiunque esercita la  medesima  in  violazione  delle  norme  della
presente legge, e' punito con l'ammenda da L. 500 a L. 20.000. Se  vi
e' scopo di lucro,  la  pena  e'  dell'arresto  fino  a  tre  mesi  e
l'ammenda fino a L.80.000. 
  I datori di lavoro che non assumono per il tramite degli Uffici  di
collocamento i lavoratori, sono puniti con l'ammenda da L. 2000 a  L.
10.000 per ogni lavoratore assunto. 
  I datori di lavoro che non comunicano nei termini di  cui  all'art.
21 della, presente legge la cessazione del rapporto  di  lavoro  sono
puniti con l'ammenda da L. 500 a L. 1000 per ogni  lavoratore  e  per
ogni giorno di ritardo. 
  Il lavoratore che, all'atto della sua iscrizione o  della  conferma
di detta iscrizione, non denuncia di essere gia' occupato, e'  punito
con l'ammenda da L. 500 a L. 5.000.