DECRETO LEGISLATIVO 3 luglio 2017, n. 117

Codice del Terzo settore, a norma dell'articolo 1, comma 2, lettera b), della legge 6 giugno 2016, n. 106. (17G00128)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 03/08/2017 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 21/06/2022)
Testo in vigore dal: 6-12-2017
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 99 
 
 
                         Modifiche normative 
 
  1. Al decreto legislativo 28 settembre 2012, n. 178 sono  apportate
le seguenti modificazioni: 
    a) all'articolo 1, comma 1, le parole: «nei registri regionali  e
provinciali delle associazioni di promozione sociale, applicandosi ad
essa, per quanto non diversamente disposto dal presente  decreto,  la
legge 7 dicembre 2000, n. 383» sono sostituite dalle seguenti: «nella
sezione organizzazioni di volontariato del registro  unico  nazionale
del Terzo settore, applicandosi ad essa, per quanto non  diversamente
disposto dal presente decreto, il codice del  Terzo  settore  di  cui
all'articolo 1, comma 2, lettera b), della legge 6  giugno  2016,  n.
106»; 
    b) all'articolo 1, comma 6, le parole: «L'utilizzazione da  parte
della Associazione delle risorse  disponibili  a  livello  nazionale,
regionale e locale per  le  Associazioni  di  promozione  sociale  e'
condizionata all'emanazione di un decreto del Ministro della  salute,
di concerto con il Ministro del lavoro  e  delle  politiche  sociali,
sentita la Conferenza per i rapporti tra lo Stato, le  regioni  e  le
province autonome di Trento e Bolzano, con il quale e'  stabilita  la
misura massima della medesima utilizzazione» sono soppresse; 
    c) all'articolo 1-bis, le parole: «nei registri provinciali delle
associazioni di promozione sociale, applicandosi ad essi, per  quanto
non diversamente disposto dal presente decreto, la legge  7  dicembre
2000,  n.  383»  sono  sostituite  dalle  seguenti:  «nella   sezione
organizzazioni di volontariato del registro unico nazionale del Terzo
settore, applicandosi ad essi, per quanto non  diversamente  disposto
dal presente decreto, il codice del Terzo settore di cui all'articolo
1, comma 2, lettera b), della legge 6 giugno 2016, n. 106». 
  2. All'articolo 26, comma 2, della legge 11 agosto 2014 n.  125  le
parole «Organizzazioni non lucrative  di  utilita'  sociale  (ONLUS)»
sono sostituite dalle seguenti «enti  del  Terzo  settore  (ETS)  non
commerciali di cui all'articolo 79, comma 5,  del  codice  del  Terzo
settore di cui all'articolo 1, comma 2, lettera  b),  della  legge  6
giugno 2016, n. 106». 
  3. ((A decorrere dal periodo d'imposta successivo a quello in corso
al 31 dicembre 2017 e fino all'abrogazione di cui  all'articolo  102,
comma 2, lettera h),)) all'articolo 14, comma 1, del decreto-legge 14
marzo 2005, n. 35 dopo le parole: «Le  liberalita'  in  denaro  o  in
natura erogate da persone fisiche o da enti soggetti all'imposta  sul
reddito delle societa'» sono soppresse  le  seguenti  «in  favore  di
organizzazioni non lucrative di utilita' sociale di cui  all'articolo
10, commi 1, 8 e 9, del decreto legislativo 4 dicembre 1997, n.  460,
nonche' quelle  erogate  in  favore  di  associazioni  di  promozione
sociale iscritte nel registro  nazionale  previsto  dall'articolo  7,
commi 1 e 2, della legge 7 dicembre 2000, n. 383,».((1)) 
 
------------- 
AGGIORNAMENTO (1) 
  Il D.L. 16 ottobre 2017, n. 148, convertito con modificazioni dalla
L. 4 dicembre 2017, n. 172, ha disposto (con l'art.  5-sexies,  comma
1) che "Pertanto, le disposizioni  di  carattere  fiscale  richiamate
dagli articoli 99, comma 3, e 102, comma 1, del  medesimo  codice  di
cui al decreto legislativo n.  117  del  2017  continuano  a  trovare
applicazione senza soluzione  di  continuita'  fino  al  31  dicembre
2017".