DECRETO LEGISLATIVO 21 novembre 2007, n. 231

Attuazione della direttiva 2005/60/CE concernente la prevenzione dell'utilizzo del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attivita' criminose e di finanziamento del terrorismo nonche' della direttiva 2006/70/CE che ne reca misure di esecuzione.

note: Entrata in vigore del provvedimento: 29/12/2007 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 16/07/2020)
Testo in vigore dal: 4-7-2017
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                              Art. 41. 
 
            (( (Flusso di ritorno delle informazioni).)) 
 
  ((1. Il Nucleo speciale  di  polizia  valutaria  della  Guardia  di
finanza e la Direzione investigativa antimafia, anche sulla  base  di
protocolli di intesa, informano  la  UIF  degli  esiti  investigativi
dell'approfondimento delle segnalazioni di operazioni sospette, fatte
salve le norme sul segreto di indagine. 
  2. La UIF,  con  modalita'  idonee  a  garantire  la  tutela  della
riservatezza, comunica al segnalante, direttamente ovvero tramite gli
organismi di  autoregolamentazione,  gli  esiti  delle  segnalazioni,
anche tenendo  conto  delle  informazioni  ricevute  dalla  Direzione
investigativa antimafia e dal Nucleo speciale  di  polizia  valutaria
della Guardia di finanza. 
  3. Il flusso di  ritorno  delle  informazioni  e'  sottoposto  allo
stesso divieto di  comunicazione  ai  clienti  o  ai  terzi  previsto
dall'articolo 39. 
  4. In occasione degli adempimenti previsti dall'articolo  5,  comma
7,  la  UIF,  la  Guardia  di  finanza,  la  Direzione  investigativa
antimafia e l'Agenzia delle  dogane  e  dei  monopoli  forniscono  al
Comitato di sicurezza finanziaria le informazioni sulle tipologie e i
fenomeni osservati nell'anno solare precedente. La UIF, la Guardia di
finanza e la Direzione investigativa antimafia,  forniscono  altresi'
al Comitato di sicurezza finanziaria  informazioni  sull'esito  delle
segnalazioni ripartito per categoria dei segnalanti, tipologia  delle
operazioni e aree territoriali.)) 
                                                               ((23)) 
 
------------- 
AGGIORNAMENTO (23) 
  Il D.Lgs. 25 maggio 2017, n. 90, ha disposto (con l'art.  9,  comma
1) che "Le disposizioni  emanate  dalle  autorita'  di  vigilanza  di
settore, ai sensi di norme abrogate  o  sostituite  per  effetto  del
presente decreto, continuano a trovare applicazione fino al 31  marzo
2018".