DECRETO LEGISLATIVO 30 maggio 2005, n. 142

Attuazione della direttiva 2002/87/CE relativa alla vigilanza supplementare sugli enti creditizi, sulle imprese di assicurazione e sulle imprese di investimento appartenenti ad un conglomerato finanziario, nonche' all'istituto della consultazione preliminare in tema di assicurazioni.

note: Entrata in vigore del provvedimento: 26/7/2005 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 15/06/2015)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 16-4-2014
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 4. 
((Esonero    del    conglomerato    finanziario    dalla    vigilanza
                           supplementare)) 
 
  ((1. Le autorita' competenti rilevanti possono, di comune  accordo,
esonerare un  gruppo  dall'ambito  di  applicazione  della  vigilanza
supplementare stabilita dal presente decreto ovvero dall'applicazione
dei soli articoli 8, 9 o 10, ove ricorra uno dei seguenti casi: 
    a) l'attivita'  esercitata  nei  diversi  settori  finanziari  e'
significativa ai sensi dell'articolo 3, comma 4, ma non dell'articolo
3, comma 3; 
    b) l'attivita'  esercitata  nei  diversi  settori  finanziari  e'
significativa ai sensi dell'articolo 3, comma 3,  ma  il  settore  di
minori  dimensioni  presenta  un  totale  dello  stato   patrimoniale
inferiore a 6 miliardi di euro.)) 
  ((2. Le esenzioni di cui al comma 1 sono disposte  dalle  autorita'
competenti rilevanti qualora esse ritengano, di comune  accordo,  che
l'applicazione della vigilanza  supplementare  o  delle  disposizioni
richiamate al comma 1 non sia necessaria  oppure  sia  inopportuna  o
fuorviante rispetto agli obiettivi della vigilanza supplementare.)) 
  ((3. Le esenzioni di cui ai commi 1 e 2 sono notificate alle  altre
autorita' competenti interessate e,  salvo  circostanze  eccezionali,
sono  rese  pubbliche  dalle  autorita'  competenti  che   le   hanno
adottate.)) 
  ((4. Le autorita' competenti, tenendo conto degli orientamenti  del
Comitato congiunto, riesaminano con periodicita' annuale  i  casi  di
esclusione dall'applicazione della vigilanza supplementare.))