DECRETO LEGISLATIVO 23 aprile 2004, n. 124

Razionalizzazione delle funzioni ispettive in materia di previdenza sociale e di lavoro, a norma dell'articolo 8 della legge 14 febbraio 2003, n. 30.

note: Entrata in vigore del decreto: 27-5-2004 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 14/09/2020)
Testo in vigore dal: 24-9-2015
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               Art. 5. 
        Coordinamento provinciale dell'attivita' di vigilanza 
 
  1.  La  direzione  provinciale  del  lavoro,  sentiti  i  Direttori
provinciali  dell'INPS  e  dell'INAIL,  coordina  l'esercizio   delle
funzioni ispettive e fornisce le  direttive  volte  a  razionalizzare
l'attivita'  di  vigilanza,  al  fine  di  evitare  duplicazione   di
interventi ed uniformarne le modalita' di esecuzione. A tale fine, le
direzioni provinciali del lavoro consultano, almeno ogni tre mesi,  i
direttori  provinciali  dell'INPS,  dell'INAIL  e  degli  altri  enti
previdenziali. 
  2. Qualora si renda opportuno coordinare,  a  livello  provinciale,
l'attivita' di tutti gli organi impegnati  nell'azione  di  contrasto
del  lavoro  irregolare,  i  CLES,  cui  partecipano  il   Comandante
provinciale della  Guardia  di  finanza,  il  Comandante  provinciale
dell'Arma dei carabinieri,  un  rappresentante  degli  Uffici  locali
dell'Agenzia delle entrate presenti sul territorio provinciale ed  il
presidente della Commissione provinciale per la emersione del  lavoro
non regolare di cui all'articolo 78, comma 4, della legge 23 dicembre
1998, n. 448, forniscono, in conformita' con gli  indirizzi  espressi
dalla Commissione centrale di cui all'articolo 3,  indicazioni  utili
ai fini dell'orientamento dell'attivita' di  vigilanza.  Alle  sedute
del CLES puo', su questioni  di  carattere  generale  attinenti  alla
problematica del lavoro illegale, essere invitato il Questore. 
  3. Il CLES redige, con periodicita' trimestrale una relazione sullo
stato  del  mercato  del  lavoro  e  sui  risultati  della  attivita'
ispettiva nella provincia  di  competenza,  anche  avvalendosi  degli
esiti delle attivita' di analisi e ricerca delle  citate  Commissioni
provinciali per l'emersione del lavoro. Al termine di  ogni  anno  il
CLES redige una relazione annuale di sintesi. 
  4. Ai componenti dei CLES, ed  ai  soggetti  che  eventualmente  li
integrano ai sensi del comma 2, non spetta alcun  compenso,  rimborso
spese o indennita' di missione. Al funzionamento dei CLES si provvede
con le risorse assegnate a normativa vigente sui pertinenti  capitoli
di bilancio. 
                                                                ((7)) 
 
------------ 
AGGIORNAMENTO (7) 
  Il D.Lgs. 14 settembre 2015, n. 149, ha disposto  (con  l'art.  11,
comma 1, lettera a)) l'abrogazione del presente articolo a  decorrere
dalla data indicata dai decreti di cui all'articolo 5, comma  1,  del
D.Lgs. medesimo.