DECRETO LEGISLATIVO 8 giugno 2001, n. 231

Disciplina della responsabilita' amministrativa delle persone giuridiche, delle societa' e delle associazioni anche prive di personalita' giuridica, a norma dell'articolo 11 della legge 29 settembre 2000, n. 300.

note: Entrata in vigore del decreto: 4-7-2001 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 22/03/2022)
Testo in vigore dal: 1-1-2015
aggiornamenti all'articolo
                           Art. 25-octies 
(Ricettazione, riciclaggio e impiego di denaro, beni  o  utilita'  di
        provenienza illecita ((, nonche' autoriciclaggio)) ). 
 
  1. In relazione ai reati di cui  agli  articoli  648,  648-bis  ((,
648-ter e 648-ter.1)) del  codice  penale,  si  applica  all'ente  la
sanzione pecuniaria da 200 a 800 quote. Nel caso in cui il denaro,  i
beni o le altre utilita'  provengono  da  delitto  per  il  quale  e'
stabilita la pena della reclusione superiore  nel  massimo  a  cinque
anni si applica la sanzione pecuniaria da 400 a 1000 quote. 
  2. Nei casi di condanna per uno dei delitti di cui al  comma  1  si
applicano all'ente le sanzioni interdittive previste dall'articolo 9,
comma 2, per una durata non superiore a due anni. 
  3. In relazione agli illeciti di cui ai commi 1 e 2,  il  Ministero
della giustizia, sentito il parere dell'UIF, formula le  osservazioni
di cui all'articolo 6 del decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231.