DECRETO LEGISLATIVO 23 maggio 2000, n. 164

Attuazione della direttiva n. 98/30/CE recante norme comuni per il mercato interno del gas naturale, a norma dell'articolo 41 della legge 17 maggio 1999, n. 144.

note: Entrata in vigore della legge: 21-6-2000 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 01/03/2021)
Testo in vigore dal: 29-6-2011
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               Art. 9 
Definizione di rete nazionale di gasdotti ((e di  rete  di  trasporto
                             regionale)) 
 
  1. Si intende  per  rete  nazionale  di  gasdotti,  anche  ai  fini
dell'applicazione dell'articolo 29, comma 2, lettera g), del  decreto
legislativo 31 marzo 1998, n. 112, la rete  costituita  dai  gasdotti
ricadenti in mare, dai gasdotti di  importazione  ed  esportazione  e
relative  linee  collegate  necessarie  al  loro  funzionamento,  dai
gasdotti  interregionali,  dai  gasdotti  collegati  agli  stoccaggi,
nonche' dai gasdotti  funzionali  direttamente  e  indirettamente  al
sistema nazionale del gas. La rete nazionale di gasdotti,  inclusi  i
servizi accessori connessi, e'  individuata,  sentita  la  Conferenza
unificata e l'Autorita' per l'energia elettrica e il gas,  entro  sei
mesi dalla data di  entrata  in  vigore  del  presente  decreto,  con
decreto   del   Ministero    dell'industria,    del    commercio    e
dell'artigianato, che provvede  altresi'  al  suo  aggiornamento  con
cadenza  annuale  ovvero  su  richiesta  di  un'impresa  che   svolge
attivita' di trasporto. Per le reti di trasporto non  comprese  nella
rete nazionale di gasdotti l'applicazione degli articoli 30 e  31  e'
di competenza regionale. 
  ((1-bis. Possono essere classificati come reti facenti parte  della
Rete  di  Trasporto  regionale,  le  reti  o  i  gasdotti  di   nuova
realizzazione o quelli esistenti che soddisfano i requisiti stabiliti
con decreto del Ministro dello sviluppo economico. 
  1-ter. I clienti finali diversi dai clienti civili hanno diritto di
richiedere l'allacciamento diretto a una rete di trasporto  regionale
nei  casi  stabiliti  con  decreto  del  Ministero   dello   sviluppo
economico.))