DECRETO LEGISLATIVO 23 aprile 1998, n. 134

Trasformazione in fondazione degli enti lirici e delle istituzioni concertistiche assimilate, a norma dell'articolo 11, comma 1, lettera b), della legge 15 marzo 1997, n. 59.

note: Entrata in vigore del decreto: 23-5-1998 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 22/11/2000)
Testo in vigore dal: 23-11-2000
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 4.
                     Partecipazione dei privati
  1.  Le  fondazioni  risultanti  dalla trasformazione operata con il
presente  decreto devono in ogni caso conseguire la partecipazione di
soggetti  privati,  secondo  le  modalita'  ed  i limiti previsti dal
decreto legislativo 29 giugno 1996, n. 367, entro il 31 luglio 1999.
  2.  Qualora,  alla  scadenza  del  termine  di  cui  al comma 1, le
fondazioni  non  presentano  partecipazione  di  privati,  ovvero  la
medesima  e'  inferiore al 12 per cento dei finanziamenti statali per
la  gestione  dell'attivita'  della fondazione, il contributo erogato
dallo  Stato non puo' subire variazioni in aumento fino all'esercizio
successivo  a  quello  durante  il  quale  le  condizioni predette si
realizzano.
  3.  Lo statuto e' eventualmente modificato, secondo quanto previsto
dal  decreto legislativo 29 giugno 1996, n. 367, in conseguenza della
partecipazione  di soggetti privati alla fondazione. In ogni caso, di
tale  partecipazione,  unitamente ai diritti, obblighi ed impegni dei
soggetti  privati  che intendono partecipare alla fondazione, e' dato
atto con deliberazione del consiglio di amministrazione, per la quale
si  applica  l'articolo  6 del decreto legislativo 29 giugno 1996, n.
367.   Il  procedimento  di  approvazione  ed  il  relativo  decreto,
disciplinati  dall'articolo  8  del  medesimo decreto legislativo, si
intendono riferiti alla predetta deliberazione.
  4.  Nell'articolo  10,  comma  3, del decreto legislativo 29 giugno
1996,  n.  367,  il  secondo  periodo e' sostituito dal seguente: "Lo
statuto  prevede  altresi' che possono nominare un rappresentante nel
consiglio  di  amministrazione esclusivamente i soggetti privati che,
come  singoli  o  cumulativamente, assicurano, oltre ad un apporto al
patrimonio,  per  i  tre  anni  successivi  al  loro  ingresso  nella
fondazione  un  apporto  annuo  non inferiore al dodici per cento del
totale dei finanziamenti statali per la gestione dell'attivita' della
fondazione,  verificato  con  riferimento  all'anno in cui avviene il
loro ingresso nella fondazione." ((2))
----------------
AGGIORNAMENTO (2)
  La  Corte  Costituzionale con sentenza 13 - 18 novembre 2000 n. 503
(in  G.U.  1a  s.s. 22/11/2000 n. 48) ha dichiarato "l'illegittimita'
costituzionale  del  decreto  legislativo  23  aprile  1998,  n.  134
(Trasformazione  in  fondazione degli enti lirici e delle istituzioni
concertistiche assimilate, a norma dell'art. 11, comma 1, lettera b),
della legge 15 marzo 1997, n. 59)."