DECRETO LEGISLATIVO 31 marzo 1998, n. 143

Disposizioni in materia di commercio con l'estero, a norma dell'articolo 4, comma 4, lettera c), e dell'articolo 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59.

note: Entrata in vigore del decreto: 28-5-1998 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 29/02/2020)
Testo in vigore dal: 21-11-2019
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                              Art. 25. 
     Razionalizzazione degli interventi di sostegno finanziario 
  1. A decorrere dal 1 gennaio 1999 la gestione degli  interventi  di
sostegno   finanziario   all'internazionalizzazione    del    sistema
produttivo di cui alla legge 24 maggio 1977, n. 227, al decreto-legge
28 maggio 1981, n. 251, convertito, con modificazioni, dalla legge 29
luglio 1981, n. 394, alla legge 20 ottobre 1990, n. 304,  alla  legge
24 aprile 1990, n. 100, e all'articolo 14 della legge 5 ottobre 1991,
n. 317,  viene  attribuita  alla  Simest  S.p.a.  A  decorrere  dalla
medesima data la gestione  degli  interventi  di  cui  alla  legge  9
gennaio 1991, n. 19, viene attribuita alla Finest S.p.a. Con apposita
convenzione sono disciplinate  le  modalita'  di  collaborazione  fra
Simest S.p.a. e Finest S.p.a. 
  2. Per la gestione degli interventi di cui al  comma  1  la  Simest
S.p.a. stipula apposite convenzioni con il ((Ministero  degli  affari
esteri e  della  cooperazione  internazionale)),  al  fine  anche  di
determinare  i  relativi  compensi  e  rimborsi,  che  non  potranno,
comunque, essere superiori a quelli precedentemente sostenuti per  la
gestione dei medesimi interventi. 
  3. La Simest S.p.a. succede nei diritti, nelle attribuzioni e nelle
situazioni giuridiche dei quali  l'attuale  ente  gestore  dei  fondi
previsti dalle leggi di cui al comma 1 e' titolare in forza di leggi,
di provvedimenti amministrativi e di contratti relativi alla gestione
degli interventi trasferiti. 
  4. Entro le date di cui al comma 1  il  Ministro  del  tesoro,  del
bilancio e della programmazione economica, d'intesa con il ((Ministro
degli affari esteri e della cooperazione  internazionale)),  provvede
al trasferimento alla Simest S.p.a. dei fondi e delle  disponibilita'
finanziarie previste dalle leggi di cui al comma 1. 
  5. Con direttiva del Presidente  del  Consiglio  dei  Ministri,  su
proposta dei Ministri del tesoro, del bilancio e della programmazione
economica e del commercio con l'estero, sono stabiliti i criteri,  le
modalita' e i tempi per il passaggio dal Mediocredito centrale S.p.a. 
alla Simest S.p.a. delle risorse materiali e del personale  impiegato
per  la  gestione  degli  interventi  trasferiti,  nonche'   per   la
determinazione  dell'indennizzo  spettante  al  precedente   gestore,
compreso l'avviamento, in relazione all'anticipata risoluzione  delle
convenzioni. Il personale trasferito mantiene comunque inalterato  il
trattamento giuridico ed economico. 
  6. Il Ministro del tesoro,  del  bilancio  e  della  programmazione
economica e' autorizzato ad apportare  le  necessarie  variazioni  di
bilancio. 
  7. Il Comitato di cui al decreto-legge  28  maggio  1981,  n.  251,
convertito, con modificazioni, dalla legge 29 luglio 1981, n. 394, e'
soppresso a partire dalla data di entrata in vigore della convenzione
di cui al comma 2. 
  8. Con decreto legislativo da emanare ai sensi degli articoli 10  e
11, comma 3, della legge 15 marzo 1997, n. 59, entro il  31  dicembre
1998, sono dettate norme integrative e correttive delle  disposizioni
di cui al presente articolo in relazione al trasferimento alla Simest
della gestione degli interventi indicati al comma 1. 
  Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sara' inserito
nella  Raccolta  ufficiale  degli  atti  normativi  della  Repubblica
italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo
osservare. 
   Dato a Roma, addi' 31 marzo 1998 
                              SCALFARO 
                                  Prodi, Presidente del Consiglio dei 
                                  Ministri 
                                     Fantozzi, Ministro del commercio 
                                  con l'estero 
                                  Dini, Ministro degli affari esteri 
                                     Ciampi, Ministro del tesoro, del 
                                      bilancio e della programmazione 
                                  economica 
                                  Bassanini, Ministro per la funzione 
                                  pubblica e gli affari regionali 
 Visto, il Guardasigilli: F lick