DECRETO-LEGGE 30 dicembre 2009, n. 195

Disposizioni urgenti per la cessazione dello stato di emergenza in materia di rifiuti nella regione Campania, per l'avvio della fase post emergenziale nel territorio della regione Abruzzo ed altre disposizioni urgenti relative alla Presidenza del Consiglio dei Ministri ed alla protezione civile. (09G0208)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 30/12/2009.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 26 febbraio 2010, n. 26 (in SO n. 39, relativo alla G.U. 27/02/2010, n. 48).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 31/12/2018)
Testo in vigore dal: 28-2-2010
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 12
      Riscossione dei crediti nei confronti dei comuni campani

  1.  Per  la  sollecita  riscossione  da parte dei Consorzi operanti
nell'ambito del ciclo di gestione dei rifiuti dei crediti vantati nei
confronti  dei  comuni, e' autorizzata la conclusione tra le parti di
transazioni  per  l'abbattimento  degli  oneri accessori dei predetti
crediti. Sulla base delle previsioni di cui all'articolo 32-bis della
legge  della  regione  Campania  28  marzo  2007,  n. 4, e successive
modificazioni,  i  Presidenti  delle province della regione Campania,
con  i  poteri  di  cui  all'articolo  11,  comma  1, nominano, entro
quindici  giorni  dalla  data  di  entrata in vigore ((della legge di
conversione))  del  presente  decreto,  un  soggetto  liquidatore per
l'accertamento  delle  situazioni  creditorie  e debitorie pregresse,
facenti  capo ai Consorzi, ed alle relative articolazioni societarie,
ricadenti negli ambiti territoriali di competenza e per la successiva
definizione  di  un  apposito  piano  di  liquidazione.(( Al soggetto
liquidatore  sono,  altresi',  conferiti  compiti  di gestione in via
ordinaria  dei  Consorzi  e  di amministrazione dei relativi beni, da
svolgere  in  termini funzionali al subentro da parte delle province,
anche  per  il tramite delle societa' provinciali, nelle attribuzioni
di  legge,  con  conseguente  cessazione  degli  organi  di indirizzo
amministrativo e gestionale dei Consorzi stessi)).
  2. Le somme dovute dai comuni alla struttura del Sottosegretario di
Stato  di  cui  all'articolo  1  del  decreto-legge n. 90 del 2008 in
relazione  al  ciclo di gestione dei rifiuti sono recuperate mediante
riduzione  dei  trasferimenti erariali, nonche' in sede di erogazione
di  quanto dovuto per la compartecipazione al gettito IRPEF, e per la
devoluzione  del  gettito  d'imposta  RC auto. A tale fine, i crediti
vantati  nei  confronti  dei  singoli  enti  sono  certificati  dalla
competente   Missione   ai   fini  dell'attestazione  della  relativa
esistenza. Con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri sono
stabiliti   i   criteri  e  le  modalita'  per  l'applicazione  delle
disposizioni di cui al presente comma.