DECRETO-LEGGE 30 settembre 2005, n. 203

Misure di contrasto all'evasione fiscale e disposizioni urgenti in materia tributaria e finanziaria.

note: Entrata in vigore del provvedimento: 4/10/2005.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 2 dicembre 2005, n. 248 (in S.O. n.195 relativo alla G.U. 02/12/2005, n. 281).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 28/03/2022)
Testo in vigore dal: 25-3-2012
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 7 
                Immobili di proprieta' delle imprese 
 
  1. Al testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto  del
Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, sono  apportate
le seguenti modificazioni: 
    a) nell'articolo 90, comma 1, e' aggiunto, in fine,  il  seguente
periodo: "In caso di immobili locati, qualora  il  canone  risultante
dal contratto di locazione ridotto, fino ad un  massimo  del  15  per
cento del  canone  medesimo,  dell'importo  delle  spese  documentate
sostenute ed effettivamente rimaste a  carico  per  la  realizzazione
degli interventi di cui alla lettera a) del comma 1  dell'articolo  3
del decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno  2001,  n.  380,
risulti superiore al reddito medio ordinario dell'unita' immobiliare,
il reddito e' determinato in misura  pari  a  quella  del  canone  di
locazione al netto di tale riduzione."; 
    b) nell'articolo 144, comma 1, e' aggiunto, in fine, il  seguente
periodo: "Per i redditi derivanti da  immobili  locati  non  relativi
all'impresa si applicano comunque le disposizioni  dell'articolo  90,
comma 1, ultimo periodo.". 
  1-bis. La disposizione di  cui  al  secondo  periodo  del  comma  7
dell'articolo 8 della legge 23 dicembre 2000, n. 388,  si  interpreta
nel senso che gli immobili strumentali per  natura,  ai  sensi  dell'
articolo 43, comma 2, secondo periodo, del testo unico delle  imposte
sui redditi, di cui al decreto del  Presidente  della  Repubblica  22
dicembre 1986, n. 917, i quali costituiscono un complesso immobiliare
unitario  polifunzionale  destinato  allo  svolgimento  di  attivita'
commerciale, qualora siano locati a terzi, non si intendono destinati
a struttura produttiva diversa, a condizione che gli  stessi  vengano
destinati allo svolgimento di  attivita'  d'impresa  ai  sensi  dell'
articolo 55 del citato testo unico. 
  2. Le disposizioni di cui al comma 1, lettere a) e b), del presente
articolo si applicano a decorrere dal periodo d'imposta in corso alla
data di entrata in vigore del presente decreto. 
  2-bis. (( COMMA ABROGATO DAL D.L. 24 GENNAIO 2012, N. 1, CONVERTITO
CON MODIFICAZIONI DALLA L. 24 MARZO 2012, N. 27)).