DECRETO-LEGGE 2 aprile 2001, n. 90

Ulteriore finanziamento delle borse di studio per la formazione dei medici specialisti per l'anno accademico 2000-2001.

note: Entrata in vigore del decreto-legge: 4/4/2001.
Decreto-Legge convertito dalla L. 8 maggio 2001, n. 188 (in G.U. 23/05/2001, n.118).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 23/05/2001)
  • Articoli
  • 1
  • 2
Testo in vigore dal: 4-4-2001
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
  Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione;
  Ritenuta  la  straordinaria  necessita'  ed urgenza di integrare le
risorse  finanziarie destinate al finanziamento delle borse di studio
per  la  formazione dei medici da iscrivere alle scuole universitarie
di  specializzazione  in  medicina  e chirurgia per l'anno accademico
2000-2001;
  Vista  la  deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella
riunione del 28 marzo 2001;
  Sulla  proposta  del  Presidente  del  Consiglio dei Ministri e del
Ministro  della  sanita', di concerto con il Ministro del tesoro, del
bilancio e della programmazione economica;
                                EMANA
                     il seguente decreto-legge:
                               Art. 1.
      Borse di studio per la formazione dei medici specialisti
  1.  A  decorrere  dall'anno  2001,  la  quota  del  Fondo sanitario
nazionale  destinata  al  finanziamento  delle borse di studio per la
formazione  dei  medici specialisti di cui all'articolo 32, comma 12,
della  legge  27 dicembre 1997, n. 449, e' elevata da lire 315 a lire
335 miliardi.
  2. All'onere di lire 20 miliardi annui, a decorrere dall'anno 2001,
si  provvede  mediante  corrispondente  riduzione  dello stanziamento
iscritto,  ai  fini  del  bilancio  triennale nell'ambito dell'unita'
previsionale  di  base di parte corrente "Fondo speciale" dello stato
di  previsione  del  Ministero  del  tesoro,  del  bilancio  e  della
programmazione   economica  per  l'anno  finanziario  2001,  all'uopo
utilizzando parzialmente l'accantonamento relativo al Ministero della
sanita'.  Il Ministro del tesoro, del bilancio e della programmazione
economica  e'  autorizzato  ad  apportare,  con  propri  decreti,  le
occorrenti variazioni di bilancio.
  3.  La  frequenza  dei  corsi da parte dei medici destinatari delle
borse  di  studio  finanziate  con  le  risorse di cui al comma 1, ha
effetto immediato.
  4.  Un  terzo  delle  borse  finanziate  ai  sensi  del comma 1, e'
destinata  prevalentemente all'integrazione del numero delle borse di
studio  delle  discipline  per  le  quali  il  numero delle borse che
dovrebbero  essere  assegnate nell'anno accademico 2000/2001 presenta
maggiori riduzioni rispetto all'anno accademico 1999/2000.