DECRETO-LEGGE 27 ottobre 1995, n. 444

Disposizioni urgenti in materia di finanza locale.

note: Entrata in vigore del decreto: 29-10-1995.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 20 dicembre 1995, n. 539 (in G.U. 27/12/1995, n.300).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 31/12/2002)
Testo in vigore dal: 1-1-2003
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 8
              Proroga termini in materia di ordinamento
              finanziario e contabile degli enti locali

  1.   Il   termine   per   l'emanazione   del  regolamento  previsto
dall'articolo  114  del  decreto  legislativo  n.  77  del  1995, per
l'approvazione  dei  modelli  relativi  all'ordinamento finanziario e
contabile, e' prorogato al 30 novembre 1995. Conseguentemente:
    a)  il termine previsto dall'articolo 108 del decreto legislativo
n.  77  del  1995  per  l'adeguamento dei regolamenti di contabilita'
degli  enti  locali  e'  prorogato  al  30  giugno  1996.  In caso di
inadempienza  il  Ministero  dell'interno  provvede  a  sospendere il
pagamento  della  seconda  rata  1996 dei trasferimenti ordinari agli
enti locali;
    b)  il  riaccertamento  dei residui attivi e passivi previsto dal
comma  3  dell'art.  70  del  decreto  legislativo  n. 77 del 1995 e'
fissato per la prima volta al 30 aprile 1996;
    c) il termine del 31 dicembre 1995 previsto dall'articolo 116 del
decreto  legislativo  n.  77  del  1995,  per  il completamento degli
inventari  e  la ricostruzione degli stati patrimoniali, e' prorogato
al 31 maggio 1996;
    d)  le  disposizioni  relative  alla  struttura  del  bilancio di
previsione degli enti locali e quelle relative al conto economico, al
conto  del bilancio, al conto del patrimonio e al conto del tesoriere
si  applicano  a  partire  dall'esercizio  1997.  Conseguentemente le
scadenze  previste  per  l'applicazione  della  disciplina  del conto
economico di cui al comma 2 dell'articolo 115 del decreto legislativo
n. 77 del 1995 sono cosi' prorogate:
      1)  anno  1997 per i comuni con popolazione da 100.000 abitanti
in  poi,  con  esclusione  dei comuni capoluogo di provincia compresi
nelle  aree  metropolitane  previste  dall'articolo  17 della legge 8
giugno 1990, n. 142;
      2)  anno  1998  per i comuni con popolazione da 40.000 a 99.999
abitanti e comuni capoluogo di provincia esclusi a norma del n. 1);
      3)  anno  1999  per  i comuni con popolazione da 5.000 a 39.999
abitanti;
      ((  4)  anno 2003 per i comuni con popolazione da 3.000 a 4.999
abitanti;
      4-bis) anno 2004 per i comuni con popolazione inferiore a 3.000
abitanti; ))
    e)  la  gradualita' nell'ammortamento di beni patrimoniali di cui
al  comma  1 dell'articolo 117 del decreto legislativo n. 77 del 1995
e' cosi' modificata:
      1) per il 1997 il 6 per cento del valore;
      2) per il 1998 il 12 per cento del valore;
      3) per il 1999 il 18 per cento del valore;
      4) per il 2000 il 24 per cento del valore;
    f)  la  disciplina  dei  conti  degli  agenti  contabili  interni
previsti  dall'articolo  75 del decreto legislativo n. 77 del 1995 ha
applicazione a decorrere dal 1996.