DECRETO-LEGGE 30 agosto 1993, n. 331

Armonizzazione delle disposizioni in materia di imposte sugli oli minerali, sull'alcole, sulle bevande alcoliche, sui tabacchi lavorati e in materia di IVA con quelle recate da direttive CEE e modificazioni conseguenti a detta armonizzazione, nonche' disposizioni concernenti la disciplina dei centri autorizzati di assistenza fiscale, le procedure dei rimborsi di imposta, l'esclusione dall'ILOR dei redditi di impresa fino all'ammontare corrispondente al contributo diretto lavorativo, l'istituzione per il 1993 di un'imposta erariale straordinaria su taluni beni ed altre disposizioni tributarie.

note: Entrata in vigore del decreto: 30-8-1993.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 29 ottobre 1993, n. 427 (in G.U. 29/10/1993, n.255).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 19/08/2022)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 1-1-2013
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 47. 
           Registrazione delle operazioni intracomunitarie 
  ((1. Le fatture  relative  agli  acquisti  intracomunitari  di  cui
all'articolo 38, commi 2 e 3, lettera b), previa integrazione a norma
dell'articolo 46, comma 1,  sono  annotate  distintamente,  entro  il
giorno 15 del mese successivo a quello di ricezione della fattura,  e
con riferimento al mese precedente nel registro di  cui  all'articolo
23 del decreto del Presidente della Repubblica 26  ottobre  1972,  n.
633, secondo l'ordine della numerazione, con l'indicazione anche  del
corrispettivo delle operazioni espresso in valuta estera. Le  fatture
di cui all'articolo 46, comma 5, sono annotate entro  il  termine  di
emissione  e  con   riferimento   al   mese   precedente.   Ai   fini
dell'esercizio del diritto alla detrazione dell'imposta,  le  fatture
sono annotate distintamente anche nel registro di cui all'articolo 25
del predetto decreto.)) ((45)) 
  2. I contribuenti di cui all'articolo 22 del decreto del Presidente
della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, possono annotare le fatture
di cui al comma 1 nel registro  di  cui  al  successivo  articolo  24
anziche'  in  quello  delle  fatture  emesse,   ferme   restando   le
prescrizioni in ordine ai termini e alle modalita' indicate nel comma
1. 
  ((3. I soggetti di cui all'articolo 4, quarto  comma,  del  decreto
del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, non soggetti
passivi d'imposta annotano le fatture di cui al comma 1, previa  loro
progressiva numerazione ed entro gli stessi termini indicati al comma
1) in apposito registro, tenuto e conservato a norma dell'articolo 39
dello stesso decreto n. 633 del 1972.)) ((45)) 
  ((4. Le fatture relative alle  cessioni  intra-comunitarie  di  cui
all'articolo 46, comma 2, sono annotate distintamente nel registro di
cui all'articolo 23 del decreto del Presidente  della  Repubblica  26
ottobre 1972, n. 633, secondo l'ordine della numerazione ed entro  il
termine di  emissione,  con  riferimento  al  mese  di  effettuazione
dell'operazione.)) ((45)) 
  5. Le disposizioni di cui ai commi 1 e  4  non  si  applicano  alle
operazioni relative ai mezzi di trasporto nuovi, di cui  all'articolo
38, comma 4, delle quali non e' parte contraente un soggetto  passivo
d'imposta nel territorio dello Stato. 
 
    
----------------
AGGIORNAMENTO (38)
Il D.Lgs. 11 febbraio 2010, n. 18 ha disposto (con l'art. 5,  comma
1) che la suddetta modifica si applica alle operazioni effettuate dal
1° gennaio 2010.
----------------
AGGIORNAMENTO (45)
La L. 24 dicembre 2012, n. 228 ha disposto  (con  l'art.  1,  comma
335) che "Le disposizioni di cui ai commi da 325 a 334  del  presente
articolo si applicano alle operazioni effettuate  a  partire  dal  1°
gennaio 2013."