DECRETO-LEGGE 19 marzo 1981, n. 75

Ulteriori interventi in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici del novembre 1980 e del febbraio 1981.

note:
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 14 maggio 1981, n. 219 (in G.U. 18/05/1981, n.134).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 18/05/1981)
Testo in vigore dal: 21-3-1981
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

  Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione;
  Ritenuta   la   necessita'   e   l'urgenza   di   provvedere   alla
predisposizione  di  alloggi per il gran numero di conduttori rimasti
privi  di  abitazione per effetto del sisma, nel contempo realizzando
le condizioni per un rapido assorbimento di mano d'opera locale;
  Vista  la  deliberazione  del Consiglio dei Ministri adottata nella
riunione dell'11 marzo 1981;
  Sulla  proposta  del  Presidente  del  Consiglio  dei  Ministri, di
concerto   con   i   Ministri   del  tesoro,  del  bilancio  e  della
programmazione  economica,  dei  lavori  pubblici  e  della  pubblica
istruzione;

                                EMANA

il seguente decreto:
                               Art. 1.

  Il  fondo  di cui all'art. 2 del decreto-legge 26 novembre 1980, n.
776,  convertito, con modificazioni, nella legge 22 dicembre 1980, n.
874,   e'   incrementato  dell'ulteriore  stanziamento  di  lire  500
miliardi,   da  iscriversi  nell'apposito  capitolo  dello  stato  di
previsione del Ministero del tesoro per l'anno finanziario 1981.