DECRETO LEGISLATIVO 8 novembre 2021, n. 199

Attuazione della direttiva (UE) 2018/2001 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell'11 dicembre 2018, sulla promozione dell'uso dell'energia da fonti rinnovabili. (21G00214)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 15/12/2021 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 20/05/2022)
  • Articoli
  • FINALITA', DEFINIZIONI E OBIETTIVI NAZIONALI
  • 1
  • 2
  • 3
  • REGIMI DI SOSTEGNO E STRUMENTI DI PROMOZIONE
    CAPO I
    Principi Generali
  • 4
  • Regimi di sostegno per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • Regimi di sostegno per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili, il biometano e lo sviluppo tecnologico e industriale
  • 10
  • 11
  • 12
  • Norme in materia di attuazione e coordinamento con il PNRR e allocazione dei proventi delle aste CO2
  • 13
  • 14
  • 15
  • Progetti comuni e trasferimenti statistici
  • 16
  • 17
  • PROCEDURE AUTORIZZATIVE, CODICI E REGOLAMENTAZIONE TECNICA
    CAPO I
    Autorizzazioni e procedure amministrative
  • 18
  • orig.
  • 19
  • 20
  • agg.3
  • agg.2
  • agg.1
  • orig.
  • 21
  • 22
  • agg.1
  • orig.
  • 23
  • orig.
  • 24
  • 25
  • agg.1
  • orig.
  • Regolamentazione tecnica e obblighi
  • 26
  • 27
  • 28
  • orig.
  • 29
  • AUTOCONSUMO, COMUNITA' ENERGETICHE RINNOVABILI E SISTEMI DI RETE
    CAPO I
    Configurazioni di autoconsumo e comunità energetiche rinnovabili
  • 30
  • orig.
  • 31
  • 32
  • 33
  • Reti di teleriscaldamento
  • 34
  • Reti elettriche, gas e reti idrogeno
  • 35
  • 36
  • 37
  • 38
  • ENERGIA RINNOVABILE NEI TRASPORTI E CRITERI DI SOSTENIBILITA' PER BIOCARBURANTI, BIOLIQUIDI E COMBUSTIBILI DA BIOMASSA
    CAPO I
    Energia da fonti rinnovabili nel settore dei trasporti
  • 39
  • agg.1
  • orig.
  • 40
  • orig.
  • 41
  • Criteri di sostenibilità
  • 42
  • orig.
  • 43
  • 44
  • Disposizioni in materia di mobilità elettrica
  • 45
  • INFORMAZIONE, FORMAZIONE E GARANZIE DI ORIGINE
    Capo I
    Informazione, formazione e garanzie d'origine
  • 46
  • 47
  • DISPOSIZIONI FINALI
    CAPO I
    Monitoraggio, relazioni e controlli
  • 48
  • Disposizioni finali
  • 49
  • 50
  • Allegati
Testo in vigore dal: 29-4-2022
aggiornamenti all'articolo
 
                               ART. 25 
 
(Semplificazioni per l'installazione di impianti a fonti  rinnovabili
                       al servizio di edifici) 
 
  1. Al  fine  di  promuovere  l'installazione  di  impianti  per  la
produzione  di  energia  rinnovabile  per  il  riscaldamento   e   il
raffrescamento  negli  edifici,  favorendo   la   semplificazione   e
l'armonizzazione  delle  procedure  autorizzative,  si  applicano  le
disposizioni di cui all'Allegato II del presente decreto. 
  2. I procedimenti pendenti alla data di  entrata  in  vigore  delle
disposizioni di cui al  presente  articolo  sono  disciplinati  dalla
previgente  disciplina,  ferma  restando   per   il   proponente   la
possibilita'  di  optare  per  la  procedura  semplificata   di   cui
all'Allegato II del presente decreto. 
  3. Decorsi centoventi giorni dalla data di entrata  in  vigore  del
presente decreto: 
    a) con il modello  unico  semplificato  di  cui  al  decreto  del
Ministro  dello  sviluppo   economico   19   maggio   2015,   recante
"Approvazione del modello unico per la realizzazione, la  connessione
e l'esercizio di piccoli impianti fotovoltaici  integrati  sui  tetti
degli edifici", pubblicato nella Gazzetta Ufficiale  n.  121  del  27
maggio 2015, e' possibile richiedere  anche  il  ritiro  dell'energia
elettrica da parte del GSE, ivi incluso il  ritiro  dedicato  di  cui
all'articolo 13, comma 3, del decreto legislativo 29  dicembre  2003,
n. 387; 
    b) il campo di applicazione del decreto di cui alla  lettera  a),
e' esteso agli impianti fotovoltaici di potenza fino a 50kW. 
  4. Con il modello unico semplificato di cui al comma 3, lettera a),
e' possibile  richiedere  al  GSE  l'accesso  ai  meccanismi  di  cui
all'articolo 8  e  all'articolo  7,  comma  1,  lettera  a),  decorsi
sessanta giorni dalla  data  di  entrata  in  vigore  dei  rispettivi
decreti attuativi. 
  5. Le istanze presentate mediante il modello unico semplificato  di
cui al comma 3, lettera a), sono trasferite dai gestori di rete  alla
piattaforma digitale di cui all'articolo 19, ovvero alle  piattaforme
di  cui  all'articolo  19,  comma  2,  con  modalita'  esclusivamente
informatizzate. 
  6. A decorrere  dalla  data  di  entrata  in  vigore  del  presente
decreto, l'articolo 7 del decreto legislativo 3 marzo 2011, n. 28, e'
abrogato. 
  6-bis. Entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore  della
presente disposizione, con decreto  del  Ministro  della  transizione
ecologica sono stabilite le prescrizioni per la posa in  opera  degli
impianti di produzione  di  calore  da  risorsa  geotermica  ((...)),
destinati al riscaldamento e alla climatizzazione di edifici  e  alla
produzione di energia elettrica. 
  6-ter. Con il medesimo decreto di cui al comma 6-bis  sono  inoltre
individuati i  casi  in  cui  si  applica  la  procedura  abilitativa
semplificata di cui all'articolo 6 del decreto  legislativo  3  marzo
2011, n. 28, nonche'  i  casi  in  cui  l'installazione  puo'  essere
considerata attivita' edilizia libera, a condizione che tali impianti
abbiano una potenza inferiore a 2 MW e scambino solo energia  termica
con il terreno, utilizzando un fluido vettore che circola in apposite
sonde geotermiche poste a contatto con il terreno,  senza  effettuare
prelievi o immissione di fluidi nel sottosuolo ((, oppure  utilizzino
fluidi geotermici limitatamente al caso  in  cui  il  prelievo  e  la
restituzione delle acque sotterranee  restino  confinati  nell'ambito
della falda superficiale)). 
  ((6-quater. Sono fatte salve  le  modalita'  operative  individuate
dalle regioni che  abbiano  liberalizzato  l'installazione  di  sonde
geotermiche senza prelievo o immissione di fluidi nel sottosuolo)).