DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 3 novembre 2000, n. 396

Regolamento per la revisione e la semplificazione dell'ordinamento dello stato civile, a norma dell'articolo 2, comma 12, della legge 15 maggio 1997, n. 127.

note: Entrata in vigore del decreto: 30-3-2001.
L'atto e' integrato con le correzioni apportate dall'avviso di rettifica pubblicato in G.U. 20/02/2001, n. 42 durante il periodo di "vacatio legis". E' possibile visualizzare la versione originaria accedendo al pdf della relativa Gazzetta Ufficiale di pubblicazione.
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 01/02/2018)
Testo in vigore dal: 16-2-2018
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               Art. 90 
                            (Affissione) 
 
 
   1. Il prefetto, assunte informazioni sulla domanda, se la  ritiene
meritevole di essere  presa  in  considerazione,  autorizza  con  suo
decreto il richiedente a fare affiggere all'albo pretorio del  comune
di nascita e di attuale residenza del medesime richiedente un  avviso
contenente il sunto della domanda. L'affissione deve avere la  durata
di giorni trenta consecutivi e deve risultare dalla  relazione  fatta
dal responsabile in calce all'avviso. 
   1-bis. Il  decreto  di  autorizzazione  della  pubblicazione  puo'
stabilire che il richiedente notifichi a determinate persone il sunto
della domanda. 
                                                                ((9)) 
 
-------------- 
AGGIORNAMENTO (9) 
  La L. 11 gennaio 2018, n. 4, ha disposto (con l'art. 13,  comma  4)
che "In deroga agli articoli 90, 91 e 92 del regolamento  di  cui  al
decreto del Presidente della Repubblica 3 novembre 2000, n.  396,  il
prefetto,  ricevuta  la  domanda,  autorizza  il  richiedente  a  far
affiggere all'albo pretorio del comune di nascita o  di  sua  attuale
residenza un avviso contenente il sunto della  domanda.  L'affissione
deve avere la durata di dieci giorni consecutivi, trascorsi  i  quali
il prefetto provvede sulla domanda con decreto di autorizzazione alla
modificazione del cognome".