DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 3 novembre 2000, n. 396

Regolamento per la revisione e la semplificazione dell'ordinamento dello stato civile, a norma dell'articolo 2, comma 12, della legge 15 maggio 1997, n. 127.

note: Entrata in vigore del decreto: 30-3-2001.
L'atto e' integrato con le correzioni apportate dall'avviso di rettifica pubblicato in G.U. 20/02/2001, n. 42 durante il periodo di "vacatio legis". E' possibile visualizzare la versione originaria accedendo al pdf della relativa Gazzetta Ufficiale di pubblicazione.
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 01/06/2022)
Testo in vigore dal: 11-2-2017
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 69 
                            (Annotazioni) 
 
   1. Negli atti di matrimonio si fa annotazione: 
     a) della trasmissione al ministro di culto  della  comunicazione
dell'avvenuta trascrizione dell'atto di matrimonio da lui celebrato; 
     b) delle convenzioni matrimoniali, delle relative modificazioni,
delle sentenze di omologazione di cui  all'articolo  163  del  codice
civile, delle sentenze di separazione  giudiziale  dei  beni  di  cui
all'articolo 193 del  codice  civile,  e  della  scelta  della  legge
applicabile ai loro rapporti patrimoniali ai sensi dell'articolo  30,
comma 1, della legge 31 maggio 1995, n. 218; 
     c) dei ricorsi per lo scioglimento o la cessazione degli effetti
civili del matrimonio, e delle relative pronunce; 
     d)  delle  sentenze,  anche  straniere,  di  scioglimento  o  di
cessazione  degli  effetti  civili  del  matrimonio;  di  quelle  che
dichiarano efficace nello Stato la pronuncia straniera di nullita'  o
di scioglimento del matrimonio; di  quelle  che  dichiarano  efficace
nello Stato la pronuncia dell'autorita' ecclesiastica di nullita' del
matrimonio; e di quelle che pronunciano la separazione personale  dei
coniugi o l'omologazione di quella consensuale; 
     d-bis) degli accordi  raggiunti  a  seguito  di  convenzione  di
negoziazione assistita da uno o  piu'  avvocati  ovvero  autorizzati,
conclusi tra coniugi al fine di raggiungere una soluzione consensuale
di separazione personale, di  cessazione  degli  effetti  civili  del
matrimonio, di scioglimento del matrimonio; 
     d-ter) degli accordi di separazione personale, di scioglimento o
di  cessazione  degli  effetti   civili   del   matrimonio   ricevuti
dall'ufficiale dello stato civile; (5) 
     e) delle sentenze con le quali si pronuncia l'annullamento della
trascrizione dell'atto di matrimonio; 
     f)  delle  dichiarazioni  con  le  quali  i   coniugi   separati
manifestano la loro riconciliazione; 
     g) delle sentenze dichiarative di assenza o di morte presunta di
uno degli sposi e di quelle che dichiarano l'esistenza dello sposo di
cui era stata dichiarata la morte presunta o ne accertano la morte; 
     h)  dei  provvedimenti  che  determinano  il  cambiamento  o  la
modificazione  del  cognome  o  del  nome  o  di   entrambi   e   dei
provvedimenti di revoca relativi ad uno degli sposi; 
     i) dei provvedimenti di rettificazione; 
     ((i-bis) della costituzione dell'unione civile iscritta ai sensi
dell'articolo 70-octies, comma 5.)) 
   ((1-bis. Negli atti  di  costituzione  dell'unione  civile  si  fa
annotazione: 
     a) delle convenzioni patrimoniali, delle relative modificazioni,
delle sentenze di omologazione di cui  all'articolo  163  del  codice
civile, delle sentenze di separazione  giudiziale  dei  beni  di  cui
all'articolo 193 del  codice  civile,  e  della  scelta  della  legge
applicabile ai  loro  rapporti  patrimoniali  operata  in  base  alle
vigenti norme di diritto internazionale privato; 
     b) della dichiarazione contenente la manifestazione di  volonta'
di scioglimento dell'unione civile resa  ai  sensi  dell'articolo  1,
comma 24, della legge 20 maggio 2016, n. 76; 
     c) delle sentenze, anche straniere, di scioglimento  dell'unione
civile; di quelle che dichiarano efficace nello  Stato  la  pronuncia
straniera di nullita' o di scioglimento dell'unione civile; 
     d)  degli  accordi  raggiunti  a  seguito  di   convenzione   di
negoziazione assistita da uno o piu' avvocati, conclusi tra le  parti
al fine di raggiungere  una  soluzione  consensuale  di  scioglimento
dell'unione civile; 
     e) degli accordi di  scioglimento  dell'unione  civile  ricevuti
dall'ufficiale dello stato civile; 
     f) delle sentenze con le quali si pronuncia l'annullamento della
trascrizione dell'atto di costituzione dell'unione civile; 
     g) delle sentenze dichiarative di assenza o di morte presunta di
una delle  parti  dell'unione  civile  e  di  quelle  che  dichiarano
l'esistenza della parte di cui era stata dichiarata la morte presunta
o ne accertano la morte; 
     h)  dei  provvedimenti  che  determinano  il  cambiamento  o  la
modificazione  del  cognome  o  del  nome  o  di   entrambi   e   dei
provvedimenti di revoca  relativi  ad  una  delle  parti  dell'unione
civile; 
     i) dei provvedimenti di rettificazione.)) 
 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (5) 
  Il D.L. 12 settembre 2014, n.  132,  convertito  con  modificazioni
dalla L. 10 novembre 2014, n. 162 ha disposto (con l'art.  12,  comma
7) che la presente modifica si applica  a  decorrere  dal  trentesimo
giorno successivo all'entrata in vigore della  legge  di  conversione
del decreto medesimo.