DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 13 aprile 1995, n. 177

Regolamento recante norme per l'esecuzione dell'art. 3 del decreto-legge 30 settembre 1994, n. 564, convertito nella legge 30 novembre 1994, n. 656, relativamente all'attivazione dell'accertamento con adesione del contribuente per gli anni pregressi al 30 settembre 1994.

note: Entrata in vigore del decreto: 20-05-1995 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 19/08/1995)
Testo in vigore dal: 20-5-1995
                               Art. 3.
                Determinazione della maggior imposta
        per ll calcolo degli importi dovuti dai contribuenti
  1.  Il  maggior ricavo determinato ai sensi dell'art. 2 costituisce
base imponibile ai fini delle imposte sui redditi e dell'imposta  sul
valore aggiunto.
  2. La societa' concessionaria del sistema informativo del Ministero
delle  finanze,  per ciascun contribuente, distintamente per ciascuna
annualita', calcola le maggiori imposte dovute:
    a) ai  fini  dell'imposta  sul  reddito  delle  persone  fisiche,
calcolando   la   differenza   tra  l'imposta  gravante  sul  reddito
imponibile dichiarato e quella  determinata  sul  reddito  imponibile
calcolato  incrementando il reddito imponibile dichiarato del maggior
reddito determinato con il procedimento indicato nell'art. 2,  tenuto
conto della irrilevanza delle perdite di cui all'art. 8, comma 3;
    b)  ai  fini  dell'imposta  sul reddito delle persone giuridiche,
calcolando un  importo  pari  al  trentasei  per  cento  del  maggior
reddito,  calcolato  con il procedimento indicato nell'art. 2, tenuto
conto della irrilevanza delle perdite di cui all'art. 8, comma 3;
    c) ai fini dell'imposta locale sui redditi, calcolando un importo
pari al sedici virgola due per cento del maggior  reddito  di  specie
determinato con il procedimento indicato nell'art. 2;
    d)  ai  fini  dell'imposta  sul  valore  aggiunto,  applicando al
maggior  imponibile,  determinato  con   il   procedimento   indicato
nell'art.  2,  l'aliquota  media  data  dal  rapporto  tra  l'imposta
relativa alle operazioni imponibili ed il volume d'affari dichiarati.
  3. Le persone fisiche che percepiscono redditi  prodotti  in  forma
associata  ai  sensi  dell'art.  5  del testo unico delle imposte sui
redditi, approvato con decreto del  Presidente  della  Repubblica  22
dicembre  1986,  n.  917,  possono  definire tali redditi, sulla base
della definizione accettata dalla societa', versando le somme  dovute
ai sensi della lettera a) del comma 2.
          Nota all'art. 3:
             - Per il testo dell'art. 5 del testo unico approvato con
          D.P.R. n.  917/1976 si veda in nota all'art. 1.