DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 24 maggio 1988, n. 203

Attuazione delle direttive CEE numeri 80/779, 82/884, 84/360 e 85/203 concernenti norme in materia di qualita' dell'aria, relativamente a specifici agenti inquinanti, e di inquinamento prodotto dagli impianti industriali, ai sensi dell'art. 15 della legge 16 aprile 1987, n. 183.

note: Entrata in vigore del decreto: 1-7-1988 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 16/12/2017)
Testo in vigore dal: 19-12-2017
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 8 
 
  1. L'impresa, almeno quindici giorni  prima  di  dare  inizio  alla
messa in esercizio degli impianti, ne da' comunicazione alla  regione
e al sindaco del comune o dei comuni interessati. 
  2. Entro quindici giorni dalla data fissata per la messa  a  regime
degli  impianti,  l'impresa  comunica  alla  regione  e   ai   comuni
interessati i dati relativi alle emissioni effettuate  da  tale  data
per un periodo continuativo di dieci giorni. 
  3. Entro centoventi giorni dalla  data  indicata  per  la  messa  a
regime dell'impianto, la regione deve accertare la regolarita'  delle
misure e dei dispositivi di prevenzione dell'inquinamento, nonche' il
rispetto dei valori limite. Ove accerti che le emissioni  superino  i
limiti indicati nell'autorizzazione, prescrive le  misure  necessarie
per riportare le emissioni, entro un termine prefissato,  nei  limiti
prescritti.(7)(8)((10)) 
------------- 
AGGIORNAMENTO (7) 
  Il D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152 ha disposto (con l'art. 280,  comma
1, lettera a))  che  e'  abrogato  il  presente  decreto  escluse  le
disposizioni di cui il D.lgs. 152/2006 preveda l'ulteriore vigenza  e
fermo  restando  quanto  stabilito  dall'articolo  14   del   decreto
legislativo 4 agosto 1999, n. 351. 
------------- 
AGGIORNAMENTO (8) 
  Il D.Lgs. 13 agosto 2010, n. 155 ha disposto (con l'art. 21,  comma
1, lettera d)) che e'  abrogato  "il  decreto  del  Presidente  della
Repubblica 24 maggio 1988, n. 203, fatte salve le disposizioni di cui
il decreto legislativo 3 aprile 2006,  n.  152,  preveda  l'ulteriore
vigenza". 
-------------- 
AGGIORNAMENTO (10) 
  Il D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152,  come  modificato  dal  D.Lgs.  15
novembre 2017, n. 183, ha disposto (con l'art. 280, comma 1,  lettera
a)) che e' abrogato il presente decreto escluse  le  disposizioni  di
cui il D.lgs. 152/2006 preveda l'ulteriore vigenza.