DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 29 settembre 1973, n. 598

Istituzione e disciplina dell'imposta sul reddito delle persone giuridiche.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 19/06/1986)
Testo in vigore dal: 19-8-1986
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 17.
                        Riporto delle perdite

  Le  societa'  e  gli  enti  di cui alle lettere a) e b) dell'art. 2
possono  portare  la perdita di un periodo d'imposta, determinata con
le  stesse  norme  valevoli  per  la  determinazione  del reddito, in
diminuzione  del reddito complessivo imponibile dei periodi d'imposta
successivi ma non oltre il quinto.
  ((In caso di fusione le perdite delle societa' che partecipano alla
fusione,  compresa  la  societa'  incorporante,  non  possono  essere
portate  in  diminuzione  del reddito della societa' risultante dalla
fusione  o  incorporante  per  la parte del loro ammontare che eccede
quello del rispettivo patrimonio netto quale risulta dalla situazione
patrimoniale di cui all'articolo 2502 del codice civile, senza tenere
conto dei conferimenti e versamenti fatti negli ultimi diciotto mesi.
La  limitazione  non  si  applica  alle  incorporazioni,  con atto di
fusione  anteriore  al  1  gennaio  1988,  di  societa' che alla data
dell'atto  medesimo risultino controllate dalla societa' incorporante
da  almeno  due  anni, o dalla data della loro costituzione, ai sensi
dell'articolo  2359,  numeri  1  e 3, del codice civile, nonche' alle
fusioni  che abbiano luogo entro il termine indicato fra societa' che
risultino  controllate,  ai  sensi  delle richiamate disposizioni del
codice  civile  e per il periodo indicato, da una medesima societa' o
da un medesimo ente)).