LEGGE 29 dicembre 2000, n. 404

Interventi in favore del Museo nazionale del cinema "Fondazione Maria Adriana Prolo" di Torino.

Testo in vigore dal: 10-1-2001
  La  Camera  dei  deputati  ed  il  Senato  della  Repubblica  hanno
approvato;

                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

                              Promulga

la seguente legge:
                               Art. 1.
  1.  La presente legge ha lo scopo di contribuire, nell'ambito delle
finalita'  e  dei compiti attribuiti allo Stato dall'articolo 1 della
legge  4  novembre  1965, n. 1213, alla valorizzazione ed al rilancio
del  Museo  nazionale  del cinema "Fondazione Maria Adriana Prolo" di
Torino.
          Avvertenza:
              Il  testo  delle  note  qui pubblicato e' stato redatto
          dall'amministrazione   competente  per  materia,  ai  sensi
          dell'art.  10,  comma 2, del testo unico delle disposizioni
          sulla   promulgazione   delle  leggi,  sull'emanazione  dei
          decreti   del   Presidente   della   Repubblica   e   sulle
          pubblicazioni    ufficiali   della   Repubblica   italiana,
          approvato  con  D.P.R.  28 dicembre  1985, n. 1092, al solo
          fine  di  facilitare la lettura delle disposizioni di legge
          modificate. Restano invariati il valore e l'efficacia degli
          atti legislativi qui trascritti.
          Nota all'art. 1, comma 1:
              - Il  testo dell'art. 1 della legge 4 novembre 1965, n.
          1213  (Nuovo  ordinamento  dei provvedimenti a favore della
          cinematografia), e' il seguente:
              "Art.  1  (Presupposti  e  finalita' della legge). - Lo
          Stato  considera  il cinema mezzo di espressione artistica,
          di  formazione  culturale,  di  comunicazione  sociale e ne
          riconosce   l'importanza   economica   ed  industriale.  Le
          attivita'    di   produzione,   di   distribuzione   e   di
          programmazione di film sono ritenute di rilevante interesse
          generale.
              Pertanto lo Stato:
                a) favorisce     il    consolidarsi    dell'industria
          cinematografica nazionale nei suoi diversi settori;
                b) promuove la struttura industriale a partecipazione
          statale,  assicurando che sia di integrazione all'industria
          privata ed operi secondo criteri di economicita';
                c) incoraggia   ed   aiuta   le  iniziative  volte  a
          valorizzare   e   diffondere   il   cinema   nazionale  con
          particolare   riguardo   ai   film  di  notevole  interesse
          artistico e culturale;
                d) assicura,  per  fini  culturali  ed  educativi, la
          conservazione  del  patrimonio  filmico  nazionale e la sua
          diffusione in Italia ed all'estero;
                e) cura  la  formazione  di  quadri  professionali  e
          promuove studi e ricerche nel settore cinematografico.".