LEGGE 28 marzo 1991, n. 104

Proroga della gestione del servizio di tesoreria provinciale dello Stato.

note: Entrata in vigore della legge: 1/1/1991 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 21/06/2022)
Testo in vigore dal: 1-1-1991
al: 21-6-2022
aggiornamenti all'articolo
  La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno 
approvato; 
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 
                              PROMULGA 
la seguente legge: 
                               Art. 1. 
  1. La gestione del servizio di tesoreria provinciale  dello  Stato,
conferita alla Banca d'Italia e prorogata al  31  dicembre  1990  con
legge 16 aprile 1984, n. 78, continua ad essere affidata  alla  Banca
d'Italia  fino  al  31  dicembre   2010,   con   l'osservanza   delle
disposizioni di legge attualmente  vigenti,  salvo  quanto  stabilito
dalla presente legge. 
  2.  La  Banca  d'Italia  svolge  il  servizio  tramite  sezioni  di
tesoreria con sedi e competenza territoriale  stabilite  con  decreti
del Ministro del tesoro, sentita la Banca d'Italia medesima,  tenendo
conto delle esigenze di funzionalita' e di economicita' del servizio. 
  3. L'affidamento del servizio si intende tacitamente  rinnovato  di
venti anni in venti anni,  salva  disdetta  di  una  delle  parti  da
notificarsi all'altra parte almeno cinque anni prima della scadenza. 
          AVVERTENZA: 
             Il testo delle note qui pubblicato e' stato  redatto  ai
          sensi dell'art. 10, commi 2 e 3, del testo unico  approvato
          con decreto del Presidente  della  Repubblica  28  dicembre
          1985, n. 1092, al solo fine di facilitare la lettura  delle
          disposizioni di legge modificate o alle quali e' operato il
          rinvio. Restano invariati il  valore  e  l'efficacia  degli
          atti legislativi qui trascritti. 
          Nota all'art. 1: 
             - La legge n. 78/1984  reca  anch'essa:  "Proroga  della
          gestione  del  servizio  di  tesoreria  provinciale   dello
          Stato".