DECRETO-LEGGE 15 dicembre 1979, n. 625

Misure urgenti per la tutela dell'ordine democratico e della sicurezza pubblica.

note:
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 06 febbraio 1980, n. 15 (in G.U. 07/02/1980, n.37).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 22/03/2018)
Testo in vigore dal: 18-12-1979
al: 7-2-1980
aggiornamenti all'articolo
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

  Visto l'art. 77 della Costituzione;
  Ritenuta la necessita' e l'urgenza di adottare misure per la tutela
dell'ordine democratico e della sicurezza pubblica;
  Vista  la  deliberazione del Consiglio dei Ministri del 14 dicembre
1979;
  Sulla  proposta  del  Presidente  del  Consiglio  dei  Ministri, di
concerto con i Ministri di grazia e giustizia e dell'interno;

                                Emana

il seguente decreto:
                               Art. 1.

  Per  i  reati  commessi  per finalita' di terrorismo o di eversione
dell'ordine democratico, punibili con pena diversa dall'ergastolo, la
pena  e'  sempre  aumentata della meta', salvo che la circostanza sia
elemento costitutivo del reato.
  Quando  concorrono  altre  circostanze  aggravanti,  si applica per
primo l'aumento di pena previsto per la circostanza aggravante di cui
al comma precedente.
  Quando  la circostanza aggravante prevista dal primo comma concorre
con  una  o  piu'  circostanze  attenuanti,  non  sono applicabili le
disposizioni  dell'art.  69  del  codice  penale, nemmeno rispetto ad
altre  eventuali  circostanze aggravanti, e la diminuzione di pena si
opera  sulla  pena  conseguente  all'applicazione  delle  circostanze
aggravanti.