LEGGE 25 ottobre 1977, n. 808

Norme sul decentramento amministrativo nel settore dell'istruzione universitaria e sul personale non docente, nonche' disposizioni relative ad alcuni settori del personale docente delle universita'.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 19/09/1987)
  • Articoli
  • DECENTRAMENTO DEI SERVIZI DEL MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE NEL
    SETTORE DELL'ISTRUZIONE UNIVERSITARIA E SNELLIMENTO DI PROCEDURE.

    Capo I
    DECENTRAMENTO
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • PROCEDURE
  • 6
  • 7
  • 8
  • IMMISSIONI IN RUOLO E REVISIONE DELLE DOTAZIONI ORGANICHE DEL
    PERSONALE NON DOCENTE DELLE UNIVERSITA', DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE
    UNIVERSITARIA E DEGLI OSSERVATORI ASTRONOMICI E VESUVIANO.

    Capo I
    IMMISSIONI IN RUOLO E REVISIONE DELLE DOTAZIONI ORGANICHE
  • 9
  • 10
  • 11
  • NORME PARTICOLARI AI FINI DELL'ASSORBIMENTO DEL PERSONALE IN
    SOPRANNUMERO E DELLE IMMISSIONI IN RUOLO.
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • VALUTAZIONE E RICONOSCIMENTO DEI SERVIZI
  • 16
  • 17
  • NORME FINALI E TRANSITORIE

    Capo I
    NORME FINALI
  • 18
  • 19
  • 20
  • DISPOSIZIONI VARIE E TRANSITORIE
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
Testo in vigore dal: 23-11-1977
    La  Camera  dei  deputati  ed  il  Senato  della Repubblica hanno
approvato;

                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

                              PROMULGA

la seguente legge:
                               Art. 1.
      Attribuzioni relative al personale docente universitario

  Tutti  gli  atti ed i provvedimenti concernenti lo stato giuridico,
il   trattamento  economico  e  di  carriera  del  personale  docente
universitario,  con  esclusione di quelli di cui al comma successivo,
sono  devoluti  alla  competenza  dei rettori delle universita' e dei
direttori degli istituti di istruzione universitaria.
  In  ordine  al  predetto  personale  restano  ferme le attribuzioni
dell'Amministrazione  centrale  della  pubblica istruzione per quanto
concerne:
    a)  la ripartizione dei posti di organico e i concorsi a posti di
docente;
    b) il conferimento delle nomine e della conferma in ruolo;
    c) i trasferimenti;
    d)  le  autorizzazioni  alla  concessione  delle  aspettative per
motivi sindacali;
    e) i comandi e i collocamenti fuori ruolo.