DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 19 marzo 1955, n. 520

Riorganizzazione centrale e periferica del Ministero del lavoro e della previdenza sociale.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 08/05/2010)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 16-7-1955
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 
 
  Visto l'art. 76 della Costituzione; 
  Visto l'art. 87, comma quinto, della Costituzione; 
  Vista la legge 2 marzo 1953, n. 429; 
  Vista la legge 21 agosto 1954, n. 1008; 
  Udito il parere del Consiglio di Stato; 
  Udita la Commissione parlamentare,  ai  sensi  dell'art.  3,  comma
secondo, della legge 2 marzo 1953, n. 429; 
  Sentito il Consiglio dei Ministri; 
  Sulla proposta del Ministro Segretario di Stato per il lavoro e  la
previdenza sociale, di concerto con il Ministro Segretario  di  Stato
per il tesoro; 
 
                              Decreta: 
 
                               Art. 1. 
 
  Il Ministero del lavoro e della previdenza  sociale  e'  costituito
dalle seguenti Direzioni generali e Servizi: 
    1) Direzione generale degli affari generali e del personale; 
    2) Direzione generale dei rapporti di lavoro; 
    3)  Direzione  generale  dell'occupazione  e   dell'addestramento
professionale; 
    4) Direzione generale della previdenza e dell'assistenza sociale;
    5) Direzione generale della cooperazione; 
    6)  Servizio  per  l'avviamento  e  la  tutela   dei   lavoratori
emigranti.