DECRETO DEL CAPO DEL GOVERNO 14 febbraio 1936, n. 259

Accordo economico per il commercio al dettaglio dello zucchero. (036U0259)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 14/03/1936 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 26/01/2011)
Testo in vigore dal: 14-3-1936
al: 9-2-2011
aggiornamenti all'articolo
                         IL CAPO DEL GOVERNO 
 
                 PRIMO MINISTRO SEGRETARIO DI STATO 
 
  Visto l'accordo  economico  per  la  disciplina  del  commercio  al
dettaglio dello zucchero, stipulato in data 20  settembre  1935-XIII,
ai sensi dell'art. 12 della legge 20  marzo  1930,  n.  206,  tra  la
Federazione  nazionale  fascista  dei  commercianti   di   droghe   e
coloniali, la Federazione  nazionale  fascista  dei  commercianti  di
prodotti della alimentazione generale,  e  la  Federazione  nazionale
fascista dei pubblici esercizi, con  l'intervento  della  Federazione
nazionale fascista delle cooperative di consumo  e  con  l'assistenza
della Confederazione fascista dei commercianti; 
 
  Udita la Corporazione delle bietole e dello zucchero  sul  problema
del commercio dello zucchero; 
 
  Vista la deliberazione del Comitato corporativo centrale in data 24
gennaio 1936-XIV, che approva l'accordo suindicato ai sensi dell'art.
11 della legge 5  febbraio  1934,  n.  163,  e  dell'art.  1  del  R.
decreto-legge 18 aprile 1935-XIII, n. 441, convertito in legge con la
legge 12 settembre 1935-XIII, n. 1745; 
 
  Visto l'art. 11 della legge 5 febbraio 1934, n. 163; 
 
  Decreta: 
 
                               Art. 1. 
 
  E' pubblicato l'unito testo di Accordo economico per  il  commercio
al dettaglio  dello  zucchero,  visto  dal  Segretario  generale  del
Consiglio nazionale delle corporazioni. 
 
  Il presente decreto sara' inserto nella  raccolta  ufficiale  delle
leggi e dei decreti del Regno. 
 
  Roma, addi' 14 febbraio 1936 - Anno XIV 
 
      Il Capo del Governo, Primo Ministro Segretario di Stato: 
 
                             MUSSOLINI. 
 
  Visto, il Guardasigilli: SOLMI.