REGIO DECRETO-LEGGE 22 maggio 1924, n. 868

Istituzione del Consiglio di amministrazione e della carica di direttore generale per le Ferrovie dello Stato. (024U0868)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 07/06/1924
Regio Decreto-Legge convertito dalla L. 3 aprile 1926, n. 695 (in G.U. 03/05/1926, n. 102).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 25/06/2008)
Testo in vigore dal: 7-6-1924
al: 21-12-2008
aggiornamenti all'articolo
 
                        VITTORIO EMANUELE III 
 
           PER GRAZIA DI DIO E PER VOLONTA' DELLA NAZIONE 
 
                             RE D'ITALIA 
 
  Visto il R. decreto-legge 30 aprile 1924, n. 596; 
 
  Vista la legge 7 luglio 1907, n. 429, modificata dal R. decreto  28
giugno 1912, n. 728; 
 
  Udito il Consiglio dei Ministri; 
 
  Sulla proposta del Ministro per le comunicazioni, di  concerto  col
Ministro per le finanze e con quello per i lavori pubblici; 
 
  Abbiamo decretato e decretiamo: 
 
                               Art. 1. 
 
 
  All'Amministrazione delle ferrovie dello Stato presiede il Ministro
per le comunicazioni assistito da un Consiglio di  amministrazione  e
coadiuvato da un direttore generale. 
 
  I consiglieri  d'amministrazione  ed  il  direttore  generale  sono
nominati  con  decreto  Reale  su  proposta  del  Ministro   per   le
comunicazioni, sentito il  Consiglio  dei  Ministri,  e  non  possono
essere  rimossi  ne'  sospesi  dall'ufficio  che  con  decreto  Reale
motivato su proposta dello stesso Ministro  per  le  comunicazioni  e
udito il Consiglio dei Ministri.