REGIO DECRETO 31 dicembre 1896, n. CCCCLI (451)

Che approva le tariffe dell'istituto italiano di credito fondiario pei mutui 4½ e del 4 per cento. (9600451R)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 09/02/1897
  • Articoli
  • 1
  • Allegati
Testo in vigore dal: 9-2-1897
 
                              UMBERTO I 
 
           PER GRAZIA DI DIO E PER VOLONTA' DELLA NAZIONE 
 
                             RE D'ITALIA 
 
  Veduto l'art. 4, primo capoverso,  della  legge  (testo  unico)  22
febbraio 1885, n. 2922 (serie 3ª); 
 
  Veduti gli art. 5 penultimo capoverso e 37 della  legge  17  luglio
1890, n. 6955 (serie 3ª); 
 
  Veduti gli art. 4, 5 e 6 del  regolamento  per  l'esecuzione  della
legge predetta, approvato con regio decreto 1° febbraio 1891, n. 66; 
 
  Veduto il regio decreto 9 luglio 1891, n. 397, che approva le norme
per la concessione dei mutui e le tariffe dell'istituto  italiano  di
credito fondiario; 
 
  Sulla  proposta  del  Nostro  ministro  segretario  di  Stato   per
l'agricoltura, l'industria e il commercio; 
 
  Sentito il ministro del tesoro; 
 
  Abbiamo decretato e decretiamo: 
 
                           Articolo unico. 
 
  Sono approvate le unite tariffe dell'istituto italiano  di  credito
fondiario per il calcolo delle semestralita'  da  corrispondersi  dai
mutuatari pei mutui col saggio d'interesse del 4½, e del 4 per cento,
viste d'ordine Nostro dal ministro proponente. 
 
  Ordiniamo che il presente decreto, munito del sigillo dello  Stato,
sia inserto nella raccolta ufficiale delle leggi e  dei  decreti  del
Regno d'Italia, mandando a chiunque spetti di osservarlo e  di  farlo
osservare. 
 
    Dato a Roma, addi' 31 dicembre 1896. 
 
                               UMBERTO 
 
  Registrato alla Corte dei conti addi' 18 gennaio 1897. 
 
    Reg. 209. Atti del Governo a f. 43. G. Cappiello. 
 
   Luogo del Sigillo. V. Il Guardasigilli G. COSTA. 
 
                                                        Guicciardini.