REGIO DECRETO-LEGGE 2 novembre 1933, n. 1741

Disciplina dell'importazione, della lavorazione, del deposito e della distribuzione degli olii minerali e dei carburanti. (033U1741)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 14/01/1934
Il Regio Decreto 20 luglio 1934, n. 1303 ha successivamente disposto che il presente provvedimento entra in vigore il 16/08/1934.
Regio Decreto-Legge convertito dalla L. 8 febbraio 1934, n. 367 (in G.U. 16/03/1934, n.64).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 01/05/1941)
Testo in vigore dal: 28-12-1934
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                        VITTORIO EMANUELE III 
 
           PER GRAZIA DI DIO E PER VOLONTA' DELLA NAZIONE 
 
                             RE D'ITALIA 
 
  Visto il R. decreto 21 ottobre 1923, n. 2553; 
 
  Visto il R. decreto-legge 4 maggio 1924, n. 748; 
 
  Visto il R. decreto-legge 25 novembre 1926, n. 2159; 
 
  Visto il R. decreto-legge 26 agosto 1927,  n.  1774,  e  successive
moditicazioni; 
 
  Visto l'art. 3, n. 2, della legge 31 gennaio 1926, n. 100; 
 
  Ritenuta la necessita'  urgente  ed  assoluta  di  riformare  e  di
coordinare le disposizioni concernenti la elaborazione ed il deposito
degli olii minerali e dei residui provenienti dalla raffinazione  dei
medesimi. 
 
  Udito il Consiglio dei Ministri; 
 
  Sulla proposta col Capo del Governo, Primo Ministro  Segretario  di
Stato, Ministro  Segretario  di  Stato  per  le  corporazioni  e  per
l'interno, di concerto con i  Ministri  Segretari  di  Stato  per  la
grazia e giustizia e per le finanze; 
 
  Abbiamo decretato e decretiamo: 
 
                               Art. 1. 
 
  ((L'importazione degli olii minerali greggi, dei  loro  derivati  e
dei residui della loro lavorazione, in quantita' non  inferiore,  per
ogni  singola  importazione,  a  kg.  200  per  gli   olii   minerali
lubrificanti ed a kg. 1000 per gli  altri  prodotti  petroliferi,  e'
posta sotto il controllo dello Stato secondo le  norme  del  presente
decreto)). 
 
  ((E' pure posta sotto il controllo dello Stato,  secondo  le  norme
del  presente  decreto,  ogni  importazione,  anche  frazionata,  non
inferiore, per ciascun mese, a kg. 1500 per i lubrificanti ed  a  kg.
15.000 per gli altri prodotti petroliferi)).