LEGGE 16 giugno 2015, n. 86

Istituzione del «Premio biennale di ricerca Giuseppe Di Vagno» e disposizioni per il potenziamento della biblioteca e dell'archivio storico della Fondazione Di Vagno, per la conservazione della memoria del deputato socialista assassinato il 25 settembre 1921. (15G00100)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 17/07/2015
Testo in vigore dal: 17-7-2015
attiva riferimenti normativi
 
 
  La  Camera  dei  deputati  ed  il  Senato  della  Repubblica  hanno
approvato; 
 
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 
 
 
                              Promulga 
 
la seguente legge: 
                               Art. 1 
 
 
   Istituzione del «Premio biennale di ricerca Giuseppe Di Vagno» 
 
  1. E' istituito, a partire dall'anno 2015, il «Premio  biennale  di
ricerca Giuseppe Di Vagno», di seguito denominato «Premio Di  Vagno»,
intitolato alla memoria del deputato vittima del fascismo, caduto per
affermare  ideali  di  democrazia,  di  liberta',  di  giustizia,  di
solidarieta', di pace e contro la violenza politica. 
  2. Il Premio Di Vagno e' conferito il 25 settembre di ogni biennio,
alla presenza di un  delegato  della  Presidenza  del  Consiglio  dei
ministri; la prima assegnazione e' fissata il 25 settembre 2015. 
  3. Per l'organizzazione del Premio Di Vagno  e'  individuata  quale
ente responsabile per la redazione del bando, che dovra' ispirarsi  a
criteri, procedure e modalita' basati sui principi di meritocrazia  e
trasparenza, e per  ogni  altra  formalita'  connessa  la  Fondazione
Giuseppe Di Vagno, che agisce sotto la vigilanza  del  Ministero  dei
beni e delle attivita' culturali e del turismo. 
  4. I vincitori del Premio Di Vagno sono selezionati dalla giuria di
cui all'articolo 3. Al fine di favorire il rispetto dei  principi  di
trasparenza, imparzialita' e meritocrazia, le valutazioni svolte e  i
criteri adottati per la selezione dei vincitori sono  resi  pubblici,
anche con la pubblicazione nel sito internet del Ministero dei beni e
delle attivita' culturali e del turismo. 
  5. L'ammontare del Premio Di Vagno e' fissato in 40.000 euro.  Alla
Fondazione Giuseppe Di Vagno e' comunque attribuita  la  facolta'  di
decidere se ripartire tale somma  in  piu'  premi  erogabili  secondo
criteri di merito. 
  6. A valere sulle risorse di cui all'articolo  4,  alla  Fondazione
Giuseppe Di Vagno e' concesso un contributo straordinario una tantum,
per l'anno 2015, pari a 100.000  euro  per  la  riorganizzazione,  la
redazione   degli   inventari,   il   potenziamento,   l'automazione,
l'informatizzazione e la dotazione di risorse umane, nonche'  per  la
definitiva e permanente  apertura  al  pubblico  della  biblioteca  e
dell'archivio storico della memoria democratica  pugliese,  collocati
nella sede della Fondazione. La Fondazione Giuseppe Di  Vagno  adotta
ogni  strumento  per   garantire   l'accessibilita'   totale,   anche
attraverso la pubblicazione on line, delle  informazioni  concernenti
ogni aspetto dell'organizzazione e dell'utilizzo delle risorse per il
perseguimento delle finalita' di  cui  al  precedente  periodo,  allo
scopo di  favorire  forme  diffuse  di  controllo  del  rispetto  dei
principi di buon andamento e di trasparenza. 
  7. I componenti del Comitato scientifico e della giuria di cui agli
articoli 2 e  3  non  percepiscono  compensi,  gettoni  di  presenza,
rimborsi di spese o altri emolumenti.