LEGGE 29 luglio 2010, n. 120

Disposizioni in materia di sicurezza stradale. (10G0145)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 13/08/2010 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 14/09/2020)
Testo in vigore dal: 27-2-2011
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 17.

(Modifiche  all'articolo 116 del decreto legislativo n. 285 del 1992,
  in materia di certificato di idoneita' alla guida di ciclomotori)

  1. Al comma 11-bis dell'articolo 116 del decreto legislativo n. 285
del 1992 sono apportate le seguenti modificazioni:
    a) al secondo periodo, la parola: "finale" e' soppressa;
    b)  al sesto periodo, le parole: "La prova finale dei corsi" sono
sostituite dalle seguenti: "La prova di verifica dei corsi";
    c)  dopo  il sesto periodo sono inseriti i seguenti: "Nell'ambito
dei  corsi  di  cui al primo e al terzo periodo e' svolta una lezione
teorica  di  almeno  un'ora,  volta  all'acquisizione  di  elementari
conoscenze sul funzionamento dei ciclomotori in caso di emergenza. Ai
fini  del  conseguimento  del  certificato di cui al comma 1-bis, gli
aspiranti  che  hanno superato l'esame di cui al secondo periodo o la
prova  di  cui al sesto periodo sono tenuti a superare, previa idonea
attivita' di formazione, una prova pratica di guida del ciclomotore".
  2.  Le disposizioni di cui al comma 1, limitatamente al superamento
di  una  prova  pratica  di  guida  del  ciclomotore,  si applicano a
decorrere dal 19 gennaio 2011. ((1))
  3.  Con  decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti,
da   adottare,   di   concerto   con   il  Ministro  dell'istruzione,
dell'universita'  e della ricerca, entro centoventi giorni dalla data
di  entrata  in  vigore  della  presente  legge,  sono  stabilite  le
modalita'  di svolgimento della lezione teorica sul funzionamento dei
ciclomotori in caso di emergenza e della prova pratica, nonche' della
relativa   attivita'   di   formazione,   di   cui  al  comma  11-bis
dell'articolo  116  del  decreto  legislativo  n.  285 del 1992, come
modificato dal comma 1 del presente articolo.
  4.   Le   amministrazioni  pubbliche  interessate  provvedono  alle
attivita'  previste  dal  presente articolo nell'ambito delle risorse
umane, strumentali e finanziarie disponibili a legislazione vigente e
senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica.

-------------
AGGIORNAMENTO (1)
  Il  D.L.  29  dicembre  2010,  n. 225, convertito con modificazioni
dalla  L.  26  febbraio 2011, n. 10, ha disposto (con l'art. 1, comma
1), in relazione al comma 2 del presente articolo, che "E' fissato al
31  marzo  2011  il  termine  di  scadenza  dei  termini e dei regimi
giuridici  indicati  nella  tabella  1  allegata con scadenza in data
anteriore al 15 marzo 2011."