LEGGE 23 luglio 2009, n. 99

Disposizioni per lo sviluppo e l'internazionalizzazione delle imprese, nonche' in materia di energia. (09G0111)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 15/8/2009 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 30/04/2022)
Testo in vigore dal: 15-8-2009
                              Art. 61.
                 (Ulteriori disposizioni in materia
                    di trasporto pubblico locale)

  1.  Al  fine  di  armonizzare  il processo di liberalizzazione e di
concorrenza nel settore del trasporto pubblico regionale e locale con
le  norme  comunitarie, le autorita' competenti all'aggiudicazione di
contratti  di  servizio,  anche in deroga alla disciplina di settore,
possono  avvalersi  delle previsioni di cui all'articolo 5, paragrafi
2,  4,  5 e 6, e all'articolo 8, paragrafo 2, del regolamento (CE) n.
1370/2007  del  Parlamento  europeo  e  del Consiglio, del 23 ottobre
2007.   Alle   societa'   che,  in  Italia  o  all'estero,  risultino
aggiudicatarie di contratti di servizio ai sensi delle previsioni del
predetto regolamento (CE) n. 1370/2007 non si applica l'esclusione di
cui  all'articolo 18, comma 2, lettera a), del decreto legislativo 19
novembre 1997, n. 422.
          Note all'art. 61:
             -  Si riporta il testo dell' articolo 5, paragrafi 2, 4,
          5,  e  6  e  dell'art. 8, paragrafo 2, del Regolamento (CE)
          n.1370/2007  del  Parlamento  europeo  e del Consiglio, del
          23ottobre  2007 , relativo ai servizi pubblici di trasporto
          di  passeggeri  su  strada  e  per  ferrovia e che abroga i
          regolamenti del Consiglio (CEE) n.1191/69 e(CEE) n.1107/70:
             «2.  A  meno  che  non  sia  vietato  dalla legislazione
          nazionale,  le  autorita'  competenti  a livello locale, si
          tratti  o  meno  di  un'autorita' singola o di un gruppo di
          autorita'  che  forniscono  servizi  integrati di trasporto
          pubblico  di  passeggeri,  hanno  facolta'  di fornire esse
          stesse  servizi  di  trasporto  pubblico di passeggeri o di
          procedere   all'aggiudicazione   diretta  di  contratti  di
          servizio  pubblico a un soggetto giuridicamente distinto su
          cui l'autorita' competente a livello locale, o, nel caso di
          un  gruppo  di  autorita',  almeno una di esse, esercita un
          controllo  analogo  a  quello  che  esercita  sulle proprie
          strutture.  Se  un'autorita'  competente  a  livello locale
          assume   tale   decisione,   si   applicano   le   seguenti
          disposizioni:
              a)  al  fine di determinare se l'autorita' competente a
          livello  locale  esercita  tale  controllo,  sono  presi in
          considerazione   elementi   come   il   livello  della  sua
          rappresentanza  in  seno agli organi di amministrazione, di
          direzione  o  vigilanza,  le  relative  disposizioni  negli
          statuti, l'assetto proprietario, l'influenza e il controllo
          effettivi  sulle  decisioni  strategiche  e  sulle  singole
          decisioni    di    gestione.   Conformemente   al   diritto
          comunitario, la proprieta' al 100 % da parte dell'autorita'
          pubblica competente, in particolare in caso di partenariato
          pubblico-privato,  non  e'  un  requisito  obbligatorio per
          stabilire  il  controllo ai sensi del presente paragrafo, a
          condizione che vi sia un'influenza pubblica dominante e che
          il  controllo  possa  essere  stabilito  in  base  ad altri
          criteri;
              b)  il  presente  paragrafo si applica a condizione che
          l'operatore  interno  e  qualsiasi soggetto sul quale detto
          operatore  eserciti un'influenza anche minima esercitino le
          loro   attivita'   di   trasporto  pubblico  di  passeggeri
          all'interno  del  territorio  dell'autorita'  competente  a
          livello  locale,  escluse eventuali linee in uscita o altri
          elementi  secondari  di  tali  attivita'  che  entrano  nel
          territorio di autorita' competenti a livello locale vicine,
          e  non  partecipino a procedure di gara per la fornitura di
          servizi  di  trasporto  pubblico  di passeggeri organizzate
          fuori  del  territorio  dell'autorita' competente a livello
          locale;
              c) in deroga alla lettera b), un operatore interno puo'
          partecipare  a una procedura di gara equa da due anni prima
          che  termini  il  proprio contratto di servizio pubblico ad
          aggiudicazione diretta, a condizione che sia stata adottata
          la  decisione  definitiva di sottoporre a procedura di gara
          equa  i  servizi  di  trasporto  di  passeggeri coperti dal
          contratto  dell'operatore  interno  e  che questi non abbia
          concluso  nessun  altro  contratto  di servizio pubblico ad
          aggiudicazione diretta;
              d)  in  mancanza  di  un'autorita' competente a livello
          locale,  le lettere a), b) e c) si applicano a un'autorita'
          nazionale   per   una  zona  geografica  non  nazionale,  a
          condizione  che  l'operatore  interno  non partecipi a gare
          pubbliche  indette per la fornitura di servizi di trasporto
          pubblico  di passeggeri al di fuori della zona per la quale
          e' stato aggiudicato il contratto di servizio pubblico;
              e)  in  caso  di  subappalto  ai sensi dell'articolo 4,
          paragrafo  7,  l'operatore  interno e' obbligato a prestare
          egli  stesso  la  maggior  parte  dei  servizi di trasporto
          pubblico di passeggeri in questione.
             Omissis.
             4.  A meno che sia vietato dalla legislazione nazionale,
          le  autorita'  competenti  hanno  facolta'  di  aggiudicare
          direttamente i contratti di servizio pubblico il cui valore
          annuo  medio  stimato e' inferiore a 1000000 EUR oppure che
          riguardano la fornitura di servizi di trasporto pubblico di
          passeggeri inferiore a 300000 chilometri l'anno.
             Qualora   un   contratto   di   servizio   pubblico  sia
          aggiudicato  direttamente a una piccola o media impresa che
          opera  con  non  piu'  di  23 veicoli, dette soglie possono
          essere   aumentate  o  a  un  valore  annuo  medio  stimato
          inferiore  a  2000000  EUR  oppure,  qualora  il  contratto
          riguardi  la  fornitura di servizi di trasporto pubblico di
          passeggeri, inferiore a 600000 chilometri l'anno.
             5. L'autorita' competente puo' prendere provvedimenti di
          emergenza  in  caso  di  interruzione  del  servizio  o  di
          pericolo  imminente  di  interruzione.  I  provvedimenti di
          emergenza assumono la forma di un'aggiudicazione diretta di
          un   contratto  di  servizio  pubblico  o  di  una  proroga
          consensuale  di un contratto di servizio pubblico oppure di
          un'imposizione  dell'obbligo di fornire determinati servizi
          pubblici. L'operatore di servizio pubblico ha il diritto di
          impugnare   la   decisione   che  impone  la  fornitura  di
          determinati  servizi  pubblici.  I  contratti  di  servizio
          pubblico  aggiudicati  o  prorogati  con  provvedimento  di
          emergenza  o  le  misure  che  impongono  di  stipulare  un
          contratto  di  questo tipo hanno una durata non superiore a
          due anni.
             6.  A  meno  che  non  sia  vietato  dalla  legislazione
          nazionale,   le  autorita'  competenti  hanno  facolta'  di
          aggiudicare  direttamente  i contratti di servizio pubblico
          di  trasporto  per ferrovia, fatta eccezione per altri modi
          di  trasporto  su  rotaia  quali  metropolitana  o tram. In
          deroga  all'articolo  4,  paragrafo  3,  la  durata di tali
          contratti  non e' superiore a dieci anni, salvo nei casi in
          cui si applica l'articolo 4, paragrafo 4.».
             «Art.  8  (Transizione).  -  1.  I contratti di servizio
          pubblico sono aggiudicati conformemente alle norme previste
          nel presente regolamento. Tuttavia, i contratti di servizio
          o  i  contratti  di servizio pubblico di cui alle direttive
          2004/17/CE  o  2004/18/CE  per  la  fornitura di servizi di
          trasporto di passeggeri con autobus o tram sono aggiudicati
          secondo le procedure di cui a dette direttive, qualora tali
          contratti non assumano la forma di contratti di concessione
          di   servizi  quali  definiti  in  dette  direttive.  Se  i
          contratti devono essere aggiudicati a norma delle direttive
          2004/17/CE o 2004/18/CE, le disposizioni dei paragrafi 2, 3
          e 4 del presente articolo non si applicano.
             2.  Fatto  salvo  il  paragrafo  3,  l'aggiudicazione di
          contratti  di servizio pubblico di trasporto per ferrovia o
          su  strada  si  conforma  all'articolo  5 a decorrere dal 3
          dicembre  2019.  Durante tale periodo transitorio gli Stati
          membri   adottano   misure   per  conformarsi  gradualmente
          all'articolo   5,   al   fine  di  evitare  gravi  problemi
          strutturali,   in   particolare   per  quanto  riguarda  la
          capacita' di trasporto.
             Entro i sei mesi successivi alla prima meta' del periodo
          transitorio  gli  Stati  membri presentano alla Commissione
          una  relazione  sullo  stato  dei lavori, ponendo l'accento
          sull'attuazione  dell'aggiudicazione  graduale di contratti
          di  servizio  pubblico  conformemente all'articolo 5. Sulla
          scorta  delle  relazioni degli Stati membri, la Commissione
          puo' proporre loro misure appropriate.».
             -  Per  l'art.  18,  comma  2,  lettera  a), del decreto
          legislativo  19 novembre 1997, n. 422 recante «Conferimento
          alle  regioni  ed agli enti locali di funzioni e compiti in
          materia di trasporto pubblico locale, a norma dell'articolo
          4, comma 4, della legge 15 marzo 1997, n. 59» si veda nelle
          note all'art. 60.