LEGGE 22 aprile 2005, n. 69

Disposizioni per conformare il diritto interno alla decisione quadro 2002/584/GAI del Consiglio, del 13 giugno 2002, relativa al mandato d'arresto europeo e alle procedure di consegna tra Stati membri.

note: Entrata in vigore del provvedimento: 14/5/2005 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 18/10/2019)
vigente al
Testo in vigore dal: 14-5-2005
attiva riferimenti normativi
                               ART. 8.
                      (Consegna obbligatoria).

   1. Si fa luogo alla consegna in base al mandato d'arresto europeo,
indipendentemente  dalla doppia incriminazione, per i fatti seguenti,
sempre  che, escluse le eventuali aggravanti, il massimo della pena o
della misura di sicurezza privativa della liberta' personale sia pari
o superiore a tre anni:
   a)   partecipare  ad  una  associazione  di  tre  o  piu'  persone
finalizzata alla commissione di piu' delitti;
   b) compiere atti di minaccia contro la pubblica incolumita' ovvero
di  violenza  su  persone  o  cose  a  danno  di  uno  Stato,  di una
istituzione  od  organismo  internazionale,  al  fine  di  sovvertire
l'ordine  costituzionale di uno Stato ovvero distruggere o indebolire
le   strutture   politiche,   economiche   o   sociali   nazionali  o
sovranazionali;
   c)  costringere  o  indurre una o piu' persone, mediante violenza,
minaccia,  inganno  o  abuso  di  autorita',  a  fare  ingresso  o  a
soggiornare  o  a uscire dal territorio di uno Stato, o a trasferirsi
all'interno  dello  stesso,  al  fine di sottoporla a schiavitu' o al
lavoro forzato o all'accattonaggio o allo sfruttamento di prestazioni
sessuali;
   d)  indurre  alla  prostituzione  ovvero  compiere atti diretti al
favoreggiamento  o allo sfruttamento sessuale di un bambino; compiere
atti  diretti  allo  sfruttamento di una persona di eta' infantile al
fine  di  produrre, con qualsiasi mezzo, materiale pornografico; fare
commercio,   distribuire,   divulgare   o   pubblicizzare   materiale
pornografico in cui e' riprodotto un minore;
   e) vendere, offrire, cedere, distribuire, commerciare, acquistare,
trasportare,  esportare, importare o procurare ad altri sostanze che,
secondo  le  legislazioni vigenti nei Paesi europei, sono considerate
stupefacenti o psicotrope;
   f)  commerciare,  acquistare,  trasportare,  esportare o importare
armi,   munizioni  ed  esplosivi  in  violazione  della  legislazione
vigente;
   g)  ricevere,  accettare  la  promessa, dare o promettere denaro o
altra  utilita' in relazione al compimento o al mancato compimento di
un atto inerente ad un pubblico ufficio;
   h)  compiere  qualsiasi  azione od omissione intenzionale relativa
all'utilizzo  o  alla  presentazione  di dichiarazioni o di documenti
falsi,  inesatti  o  incompleti  cui  consegua  il  percepimento o la
ritenzione  illecita  di  fondi  ovvero la diminuzione illegittima di
risorse  iscritte  nel  bilancio di uno Stato o nel bilancio generale
delle Comunita' europee o nei bilanci gestiti dalle Comunita' europee
o   per  conto  di  esse;  compiere  qualsiasi  azione  od  omissione
intenzionale relativa alla distrazione di tali fondi per fini diversi
da  quelli per cui essi sono stati inizialmente concessi; compiere le
medesime  azioni  od  omissioni a danno di un privato, di una persona
giuridica o di un ente pubblico;
   i)   sostituire   o  trasferire  denaro,  beni  o  altre  utilita'
provenienti  da  reato,  ovvero  compiere  in relazione ad essi altre
operazioni,  in  modo  da  ostacolare  l'identificazione  della  loro
provenienza illecita;
   l)  contraffare  monete nazionali o straniere, aventi corso legale
nello  Stato  o  fuori  di  esso  o alterarle in qualsiasi modo dando
l'apparenza di un valore superiore;
   m) commettere, al fine di procurare a se' o ad altri un profitto o
di  arrecare  ad  altri  un  danno, un fatto diretto a introdursi o a
mantenersi  abusivamente  in  un  sistema  informatico  o  telematico
protetto  da  misure  di  sicurezza  ovvero danneggiare o distruggere
sistemi  informatici  o telematici, dati, informazioni o programmi in
essi contenuti o a essi pertinenti;
   n)   mettere  in  pericolo  l'ambiente  mediante  lo  scarico  non
autorizzato  di  idrocarburi,  oli  usati  o  fanghi  derivanti dalla
depurazione   delle   acque,   l'emissione   di  sostanze  pericolose
nell'atmosfera,  sul  suolo o in acqua, il trattamento, il trasporto,
il  deposito,  l'eliminazione  di  rifiuti  pericolosi, lo scarico di
rifiuti  nel  suolo  o  nelle  acque  e  la  gestione  abusiva di una
discarica;  possedere,  catturare  e  commerciare  specie  animali  e
vegetali protette;
   o)  compiere, al fine di trarne profitto, atti diretti a procurare
l'ingresso  illegale  nel  territorio di uno Stato di una persona che
non e' cittadina o non ha titolo di residenza permanente;
   p)  cagionare  volontariamente  la  morte  di  un  uomo  o lesioni
personali  della  medesima  gravita' di quelle previste dall'articolo
583 del codice penale;
   q)  procurare  illecitamente  e  per scopo di lucro un organo o un
tessuto umano ovvero farne comunque commercio;
   r)  privare  una  persona  della  liberta'  personale o tenerla in
proprio potere minacciando di ucciderla, di ferirla o di continuare a
tenerla  sequestrata  al fine di costringere un terzo, sia questi uno
Stato,  una  organizzazione  internazionale  tra  piu'  governi,  una
persona  fisica o giuridica o una collettivita' di persone fisiche, a
compiere   un  qualsiasi  atto  o  ad  astenersene,  subordinando  la
liberazione della persona sequestrata a tale azione od omissione;
   s)  incitare  pubblicamente  alla violenza, come manifestazione di
odio  razziale  nei confronti di un gruppo di persone, o di un membro
di un tale gruppo, a causa del colore della pelle, della razza, della
religione   professata,   ovvero  dell'origine  nazionale  o  etnica;
esaltare, per razzismo o xenofobia, i crimini contro l'umanita';
   t)  impossessarsi  della cosa mobile altrui, sottraendola a chi la
detiene,  al fine di trarne profitto per se' o per altri, facendo uso
delle armi o a seguito dell'attivita' di un gruppo organizzato;
   u)  operare  traffico  illecito  di  beni  culturali, compresi gli
oggetti di antiquariato e le opere d'arte;
   v)  indurre taluno in errore, con artifizi o raggiri, procurando a
se' o ad altri un ingiusto profitto con altrui danno;
   z) richiedere con minacce, uso della forza o qualsiasi altra forma
di  intimidazione,  beni o promesse o la firma di qualsiasi documento
che contenga o determini un obbligo, un'alienazione o una quietanza;
   aa) imitare o duplicare abusivamente prodotti commerciali, al fine
di trarne profitto;
   bb)   falsificare   atti  amministrativi  e  operare  traffico  di
documenti falsi;
   cc) falsificare mezzi di pagamento;
   dd)  operare  traffico  illecito  di  sostanze ormonali e di altri
fattori della crescita;
   ee) operare traffico illecito di materie nucleari e radioattive;
   ff)  acquistare,  ricevere od occultare veicoli rubati, o comunque
collaborare  nel  farli acquistare, ricevere od occultare, al fine di
procurare a se' o ad altri un profitto;
   gg)  costringere  taluno  a  compiere  o  subire atti sessuali con
violenza o minaccia o mediante abuso di autorita';
   hh)   cagionare   un   incendio  dal  quale  deriva  pericolo  per
l'incolumita' pubblica;
   ii)    commettere    reati    che   rientrano   nella   competenza
giurisdizionale della Corte penale internazionale;
   ll) impossessarsi di una nave o di un aereo;
   mm)  provocare  illegalmente  e  intenzionalmente  danni ingenti a
strutture  statali,  altre  strutture pubbliche, sistemi di trasporto
pubblico  o altre infrastrutture, che comportano o possono comportare
una notevole perdita economica.
   2.   L'autorita'   giudiziaria   italiana  accerta  quale  sia  la
definizione  dei  reati per i quali e' richiesta la consegna, secondo
la  legge dello Stato membro di emissione, e se la stessa corrisponda
alle fattispecie di cui al comma 1.
   3.  Se  il  fatto non e' previsto come reato dalla legge italiana,
non  si da' luogo alla consegna del cittadino italiano se risulta che
lo  stesso  non  era  a  conoscenza, senza propria colpa, della norma
penale  dello  Stato  membro di emissione in base alla quale e' stato
emesso il mandato d'arresto europeo.
          Nota all'art. 8:
              - Si riporta il testo dell'art. 583 del codice penale:
              «Art.   583  (Circostanze  aggravanti).  -  La  lesione
          personale  e'  grave  e  si  applica la reclusione da tre a
          sette anni:
                1.  se  dal  fatto  deriva  una malattia che metta in
          pericolo  la vita della persona offesa, ovvero una malattia
          o  un'incapacita'  di  attendere alle ordinarie occupazioni
          per un tempo superiore ai quaranta giorni;
                2.  se il fatto produce l'indebolimento permanente di
          un senso o di un organo;
                3.
              La  lesione  personale  e'  gravissima, e si applica la
          reclusione da sei a dodici anni, se dal fatto deriva:
                1.    una   malattia   certamente   o   probabilmente
          insanabile;
                2. la perdita di un senso;
                3. la perdita di un arto, o una mutilazione che renda
          l'arto inservibile, ovvero la perdita dell'uso di un organo
          o  della  capacita'  di  procreare, ovvero una permanente e
          grave difficolta' della favella;
                4.  la deformazione, ovvero lo sfregio permanente del
          viso;
                5.».