LEGGE 9 gennaio 2004, n. 4

((Disposizioni per favorire e semplificare l'accesso degli utenti e, in particolare, delle persone con disabilita' agli strumenti informatici)).

note: Entrata in vigore del provvedimento: 1/2/2004 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 31/12/2021)
Testo in vigore dal: 15-9-2020
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 3. 
                        (Soggetti erogatori) 
 
    1. La presente legge si applica alle pubbliche amministrazioni di
cui al comma 2 dell'articolo 1 del decreto legislativo 30 marzo 2001,
n. 165, e successive modificazioni,  agli  enti  pubblici  economici,
alle aziende private concessionarie di servizi pubblici, alle aziende
municipalizzate   regionali,   agli   enti   di   assistenza   e   di
riabilitazione   pubblici,   alle   aziende   di   trasporto   e   di
telecomunicazione a prevalente partecipazione di capitale pubblico  e
alle aziende appaltatrici di servizi informatici, agli  organismi  di
diritto pubblico ai sensi dell'articolo  2,  paragrafo  1,  punto  4,
della direttiva 2014/24/UE del Parlamento europeo  e  del  Consiglio,
del 26 febbraio 2014 nonche' a tutti i soggetti che  usufruiscono  di
contributi  pubblici  o  agevolazioni  per  l'erogazione  dei  propri
servizi tramite sistemi informativi o internet. 
    1-bis.  La  presente  legge  si  applica  altresi'  ai   soggetti
giuridici diversi da quelli di cui al comma 1, che offrono servizi al
pubblico attraverso siti web o applicazioni mobili, con un  fatturato
medio,  negli   ultimi   tre   anni   di   attivita',   superiore   a
((cinquecento)) milioni di euro. 
    2. Le disposizioni della presente legge in ordine  agli  obblighi
per l'accessibilita' non si applicano ai  contenuti  che  si  trovano
esclusivamente  su  dispositivi  mobili  o   programmi   utente   per
dispositivi mobili sviluppati per gruppi chiusi di utenti o  per  uso
specifico in determinati contesti e non disponibili e usati  da  ampi
segmenti di utenti. Le medesime  disposizioni  non  si  applicano  ai
contenuti di extranet o intranet, di cui  all'articolo  2,  comma  1,
lettera a-quater), pubblicati prima del 23 settembre 2019 fino a  una
loro revisione sostanziale.