LEGGE 17 maggio 1999, n. 144

Misure in materia di investimenti, delega al Governo per il riordino degli incentivi all'occupazione e della normativa che disciplina l'INAIL, nonche' disposizioni per il riordino degli enti previdenziali.

note: Entrata in vigore della legge: 23-5-1999 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 16/07/2020)
Testo in vigore dal: 1-1-2012
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               Art. 32 
       Attuazione del Piano nazionale della sicurezza stradale 
 
  1. Al fine di ridurre il  numero  e  gli  effetti  degli  incidenti
stradali ed in relazione al "" Piano di sicurezza stradale 19972001 "
della Commissione delle Comunita' europee, il  Ministero  dei  lavori
pubblici, sentito il Ministero dei  trasporti  e  della  navigazione,
definisce il Piano  nazionale  della  sicurezza  stradale  che  viene
approvato dal CIPE. 
  2. Il Piano consiste in un  sistema  articolato  di  indirizzi,  di
misure per la promozione c l'incentivazione di piani e strumenti  per
migliorare i livelli di sicurezza da parte degli enti  proprietari  e
gestori, di interventi infrastrutturali, di misure di  prevenzione  e
controllo, ti dispositivi normativi e organizzativi,  finalizzati  al
miglioramento della sicurezza secondo gli obiettivi comunitari. 
  3. Il Ministro dei lavori pubblici con proprio decreto, di concerto
con i Ministri dell'interno, dei trasporti e della navigazione, della
pubblica istruzione e della sanita', definisce gli indirizzi generali
del Piano  e  le  linee  guida  per  l'attuazione  dello  stesso,  da
sottoporre al parere delle competenti Commissioni parlamentari, anche
ai fini della determinazione dei costi e della loro ripartizione.  Il
Piano viene attuato  attraverso  programmi  annuali  predisposti  dal
Ministro dei lavori pubblici, approvati  dal  CIPE.  Il  Piano  viene
aggiornato ogni tre anni o quando fattori particolari ne motivino  la
revisione. 
  4. Per il finanziamento delle attivita' connesse all'attuazione del
Piano nazionale della sicurezza stradale, la misura del 5 per  cento,
fissata dall'articolo 2, comma 1, lettera x), della legge  13  giugno
1991, n. l90, e' elevata al 15 per cento. I  relativi,  importi  sono
inclusi, a titolo di anticipazione, nello stato di  previsione  della
spesa del Ministero dei lavori pubblici, per la somma  corrispondente
al consuntivo  dell'esercizio  precedente,  commisurato  all'aliquota
percentuale come sopra elevata. 
  5. Gli interventi di sicurezza stradale sulla rete  individuata  ai
sensi del comma 2 dell'articolo 3 del decreto legislativo 26 febbraio
1994, n. 143, per le finalita' previste  dal  Piano  nazionale  della
sicurezza stradale, sono  realizzati  con  i  finanziamenti  previsti
nell'ambito  degli  accordi  di  programma  di   cui   al   comma   3
dell'articolo 3 del decreto legislativo 26  febbraio  1994,  n.  143.
All'onere  relativo  alla  redazione  ed  all'attuazione  del   Piano
nazionale della sicurezza stradale, pari a lire 17.000 milioni  annue
a decorrere  dall'anno  1999,  si  provvede  mediante  corrispondente
riduzione dello stanziamento iscritto, ai fini del bilancio triennale
1999-2001, nell'ambito dell'unita'  previsionale  di  base  di  conto
capitale " Fondo speciale" dello stato di  previsione  del  Ministero
del tesoro, del bilancio e della programmazione economica per  l'anno
l999, allo  scopo  parzialmente  utilizzando  quanto  a  lire  12.200
milioni l'accantonamento relativo al Ministero dei lavori pubblici  e
quanto a lire 4.800 milioni l'accantonamento  relativo  al  Ministero
dei trasporti e della navigazione. Una quota  pari  al  5  per  cento
delle somme stanziate per  l'attuazione  del  Piano  e'  destinata  a
interventi volti alla repressione dell'abusivismo pubblicitario e  al
miglioramento dell'impiantistica pubblicitaria sulle strade,  di  cui
all'articolo 23 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285.((23)) 
  6. Il Ministero dei lavori pubblici verifica annualmente  lo  stato
di attuazione del  Piano  e  la  coerenza  degli  interventi  per  la
sicurezza stradale  con  le  finalita'  e  gli  indirizzi  del  Piano
nazionale  della  sicurezza  stradale.  I  risultati  della  verifica
vengono inseriti nella relazione al Parlamento prevista dall'articolo
1, comma 2, del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285. 
 
------------ 
AGGIORNAMENTO (23) 
  La L. 12 novembre 2011, n. 183, ha disposto (con  l'art.  4,  comma
60) che "Gli oneri previsti dall'articolo 32, comma 5, della legge 17
maggio 1999, n. 144, e successive modificazioni, sono ridotti di euro
135.000 a decorrere dall'anno 2012".