LEGGE 23 ottobre 1996, n. 558

Norme per il sostegno dell'attivita' della Delegazione generale palestinese in Italia e per l'autorizzazione ad amministrazioni pubbliche e ad enti di promozione commerciale e di protezione assicurativa ad operare nei territori palestinesi della Cisgiordania e di Gaza.

note: Entrata in vigore della legge: 12-11-1996 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 09/06/2000)
Testo in vigore dal: 10-6-2000
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
  La  Camera  dei  deputati  ed  il  Senato  della  Repubblica  hanno
approvato;
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
                              PROMULGA
  la seguente legge:
                               Art. 1.
  1.  Il  Ministero  degli  affari esteri - Direzione generale per la
cooperazione allo sviluppo e' autorizzato, per il triennio 1996-1998,
a  concedere un contributo annuo di ammontare pari a lire 500 milioni
alla  Delegazione  generale  palestinese,  destinato  alle  spese  di
funzionamento  della sua sede in Italia. Tale contributo ha carattere
forfettario e non e' soggetto a rendicontazione.
  2.  All'onere  derivante  dal  comma 1, pari a lire 500 milioni per
ciascuno  degli  anni  1996,  1997  e  1998, si provvede a carico del
capitolo  6856,  iscritto  ai  fini  del bilancio triennale 1996-1998
nello  stato  di  previsione  del  Ministero  del tesoro per il 1996,
all'uopo   parzialmente   utilizzando  l'accantonamento  relativo  al
Ministero  degli  affari  esteri per ciascuno degli anni 1996, 1997 e
1998. ((1))
---------------
AGGIORNAMENTO (1)
  La L. 26 maggio 2000, n. 147 ha disposto (con l'art.3, comma 1) che
"  Sono  prorogate  le  disposizioni contenute nella legge 23 ottobre
1996,  n.  558, relative al sostegno dell'attivita' della Delegazione
generale palestinese in Italia".