LEGGE 6 febbraio 1996, n. 52

Disposizioni per l'adempimento di obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia alle Comunita' europee - legge comunitaria 1994.

note: Entrata in vigore della legge: 25/2/1996 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 30/12/2015)
  • Articoli
  • DISPOSIZIONI GENERALI SUI
    PROCEDIMENTI PER L'ADEMPIMENTO
    DEGLI OBBLIGHI COMUNITARI
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • orig.
  • 7
  • 8
  • DISPOSIZIONI PARTICOLARI DI ADEMPIMENTO
    DIRETTO E CRITERI SPECIALI
    DI DELEGA LEGISLATIVA
    CAPO I
    LIBERA CIRCOLAZIONE E DIRITTI
    FONDAMENTALI
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • orig.
  • 18
  • 19
  • 20
  • DISPOSIZIONI PARTICOLARI DI ADEMPIMENTO
    DIRETTO E CRITERI SPECIALI
    DI DELEGA LEGISLATIVA
    CAPO II
    CREDITO E RISPARMIO
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • DISPOSIZIONI PARTICOLARI DI ADEMPIMENTO
    DIRETTO E CRITERI SPECIALI
    DI DELEGA LEGISLATIVA
    CAPO III
    PROTEZIONE DEL CONSUMATORE
  • 25
  • DISPOSIZIONI PARTICOLARI DI ADEMPIMENTO
    DIRETTO E CRITERI SPECIALI
    DI DELEGA LEGISLATIVA
    CAPO IV
    FINANZE
  • 26
  • 27
  • DISPOSIZIONI PARTICOLARI DI ADEMPIMENTO
    DIRETTO E CRITERI SPECIALI
    DI DELEGA LEGISLATIVA
    CAPO V
    SANITA' E AMBIENTE
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  • 32
  • 33
  • 34
  • 35
  • 36
  • 37
  • 38
  • 39
  • DISPOSIZIONI PARTICOLARI DI ADEMPIMENTO
    DIRETTO E CRITERI SPECIALI
    DI DELEGA LEGISLATIVA
    CAPO VI
    LAVORO
  • 40
  • 41
  • DISPOSIZIONI PARTICOLARI DI ADEMPIMENTO
    DIRETTO E CRITERI SPECIALI
    DI DELEGA LEGISLATIVA
    CAPO VII
    PRODUZIONE INDUSTRIALE
  • 42
  • 43
  • 44
  • 45
  • 46
  • 47
  • orig.
  • 48
  • 49
  • 50
  • DISPOSIZIONI PARTICOLARI DI ADEMPIMENTO
    DIRETTO E CRITERI SPECIALI
    DI DELEGA LEGISLATIVA
    CAPO VIII
    TELECOMUNICAZIONI
  • 51
  • 52
  • 53
  • DISPOSIZIONI PARTICOLARI DI ADEMPIMENTO
    DIRETTO E CRITERI
    SPECIALI
    DI DELEGA LEGISLATIVA
    CAPO IX
    RELAZIONI CON LA COMUNITA'

  • 54
  • orig.
  • 55
  • 56
  • orig.
  • 57
  • orig.
  • 58
  • orig.
  • 59
  • Allegati
Testo in vigore dal: 1-1-2016
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                              Art. 56. 
 
                              Art. 56. 
                        (Fondo di rotazione). 
   1. Il Ministro del tesoro e' autorizzato ad apportare, con  propri
decreti, modifiche  all'articolo  9  del  regolamento  approvato  con
decreto del Presidente della Repubblica 29  dicembre  1988,  n.  568,
intese  ad  aggiornare  le  procedure  di  pagamento  dei  contributi
nazionali ivi previste, per un piu' efficace  e  tempestivo  utilizzo
delle risorse provenienti dalle Istituzioni dell'Unione europea. 
   2. ((COMMA ABROGATO DALLA L. 28 DICEMBRE 2015, N. 208)). 
   3. Il fondo di rotazione di cui  al  comma  2  e'  autorizzato  ad
avvalersi di un apposito conto corrente infruttifero in  ECU,  aperto
presso la Banca d'Italia, finalizzato ad assicurare, con le modalita'
che saranno stabilite con decreti del Ministro del tesoro  e  per  la
tipologia di intervento ivi individuata, sia  il  trasferimento  agli
aventi  diritto  delle  somme  in  ECU  versate   dalle   Istituzioni
comunitarie, sia la gestione di eventuali importi da riattribuire, in
ECU, all'Unione europea. 
   4. Presso le filiali della Banca  d'Italia  sono  aperti  appositi
conti correnti infruttiferi in ECU, intestati alle  regioni  ed  alle
province autonome di Trento e di Bolzano, sui quali affluiscono,  per
il tramite del conto corrente in ECU aperto presso la Banca  d'Italia
ed intestato al fondo di rotazione  di  cui  al  comma  2,  le  somme
versate in ECU dalle Istituzioni comunitarie secondo le modalita' in-
dicate dal Ministro del tesoro con i decreti previsti al comma 3.