DECRETO-LEGGE 3 maggio 1995, n. 155

Disposizioni urgenti per assicurare la funzionalita' delle segreterie comunali e provinciali.

note: Entrata in vigore del decreto: 4/5/1995.
Decreto-Legge decaduto per mancata conversione.
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 28/12/1996)
Testo in vigore dal: 4-5-1995
al: 2-7-1995
attiva riferimenti normativi
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
  Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione;
  Ritenuta   la   straordinaria  necessita'  ed  urgenza  di  emanare
disposizioni   per   assicurare  la  funzionalita'  delle  segreterie
comunali e provinciali;
  Vista  la  deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella
riunione del 28 aprile 1995;
  Sulla proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri e Ministro
del  tesoro  e  del Ministro dell'interno, di concerto con i Ministri
del  bilancio  e  della  programmazione  economica  e per la funzione
pubblica e gli affari regionali;
                              E M A N A
                     il seguente decreto-legge:
                               Art. 1.
            Ammissione in carriera dei segretari comunali
  1.  Il primo comma dell'articolo 1 del decreto del Presidente della
Repubblica 23 giugno 1972, n. 749, e' sostituito dal seguente:
  "La   nomina  dei  segretari  comunali  di  qualifica  iniziale  e'
effettuata  mediante pubblico concorso per esami, indetto nel gennaio
di ciascun anno con decreto del Ministro dell'interno, per i posti di
segretario  comunale  di  classe 4a vacanti alla data del 31 dicembre
dell'anno precedente.".
  2.  Le commissioni giudicatrici dei concorsi di cui al comma 1 sono
costituite  con  decreto  del  Ministro  dell'interno,  ai  sensi dei
disposto   dell'articolo   8,   comma  1,  lettera  d),  del  decreto
legislativo  3  febbraio  1993,  n. 29, e successive modificazioni ed
integrazioni.
  3. L'articolo 10 della legge 8 giugno 1962, n. 604, e' abrogato.