DECRETO LEGISLATIVO 30 dicembre 1992, n. 527

Attuazione della direttiva 91/477/CEE relativa al controllo dell'acquisizione e della detenzione di armi.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 08/09/2018)
vigente al 29/09/2020
Testo in vigore dal: 14-9-2018
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 
  Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione; 
  Visto l'art. 9 della legge 19 dicembre 1992, n. 489, recante delega
al Governo per l'attuazione della direttiva 91/477/CEE del  Consiglio
del 18 giugno 1991; 
  Vista la preliminare  deliberazione  del  Consiglio  dei  Ministri,
adottata nella riunione del 23 dicembre 1992; 
  Acquisito il parere delle competenti Commissioni parlamentari della
Camera dei deputati e del Senato della Repubblica; 
  Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri,  adottata  nella
riunione del 30 dicembre 1992; 
  Sulla proposta dei Ministri per il  coordinamento  delle  politiche
comunitarie e per gli affari regionali e  dell'interno,  di  concerto
con i Ministri degli affari esteri,  di  grazia  e  giustizia  e  del
tesoro; 
 
                              E M A N A 
 
                  il seguente decreto legislativo: 
 
                               Art. 1. 
 
  ((1.Il presente  decreto  costituisce  attuazione  della  direttiva
91/477/CEE,  relativa  al   controllo   dell'acquisizione   e   della
detenzione di armi. 
  2. Le disposizioni del presente decreto si applicano alle  armi  da
fuoco della categoria A della direttiva, limitatamente ai casi in cui
la detenzione e il porto sono consentiti nel territorio dello  Stato,
nonche' alle armi da fuoco delle  categorie  B  e  C  della  medesima
direttiva.))