LEGGE 5 febbraio 1992, n. 175

Norme in materia di pubblicita' sanitaria e di repressione dell'esercizio abusivo delle professioni sanitarie.

note: Entrata in vigore della legge: 15-3-1992 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 30/12/2009)
Testo in vigore dal: 17-3-1999
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               Art. 5. 
  1. La pubblicita'  di  cui  all'articolo  4  e'  autorizzata  dalla
regione, sentite le federazioni regionali degli ordini o dei  collegi
professionali, ove costituiti, che devono garantire il possesso e  la
validita' dei titoli accademici e scientifici, nonche' la rispondenza
delle  caratteristiche  estetiche   della   targa,   dell'insegna   o
dell'inserzione a quelle stabilite dal regolamento di cui al comma  3
dell'articolo 2. 
  2. Con  decreto  del  Ministro  della  sanita'  sono  stabilite  le
modalita' per il rilascio dell'autorizzazione regionale. (1) 
  3. Gli annunci pubblicitari di  cui  al  presente  articolo  devono
indicare gli estremi dell'autorizzazione regionale. 
  4. I titolari e i direttori sanitari responsabili  delle  strutture
di  cui  all'articolo  4,  che  effettuino  pubblicita'  nelle  forme
consentite senza l'autorizzazione regionale, ((sono assoggettati alle
sanzioni   disciplinari   della   censura   o    della    sospensione
dall'esercizio della professione sanitaria, ai sensi dell'articolo 40
del regolamento approvato con decreto del Presidente della Repubblica
5 aprile 1950, n. 221)). 
  5. Qualora  l'annuncio  pubblicitario  contenga  indicazioni  false
sulle attivita'  o  prestazioni  che  la  struttura  e'  abilitata  a
svolgere  o  non  contenga  l'indicazione  del  direttore  sanitario,
l'autorizzazione    amministrativa    all'esercizio    dell'attivita'
sanitaria e sospesa per un periodo da sei mesi ad un anno. 
  ((5-bis. Le inserzioni autorizzate dalla regione per la pubblicita'
sugli elenchi telefonici possono essere utilizzate per la pubblicita'
sugli elenchi generali  di  categoria  e,  viceversa,  le  inserzioni
autorizzate dalla regione per la pubblicita' sugli  elenchi  generali
di categoria possono  essere  utilizzate  per  la  pubblicita'  sugli
elenchi telefonici. 
  5-ter. Le autorizzazioni di cui al  comma  1  sono  rinnovate  solo
qualora  siano  apportate  modifiche  al   testo   originario   della
pubblicita.)) 
    
--------------


    
AGGIORNAMENTO (1) 
  La Corte costituzionale con sentenza 5-19 novembre 1992, n. 461 (in
G.U.  1a  s.  s.  25/11/1992,  n.  49)   dichiara   "l'illegittimita'
costituzionale dell'art. 5, comma 2, della legge 5 febbraio 1992,  n.
175 ("Norme in materia di  pubblicita'  sanitaria  e  di  repressione
dell'esercizio abusivo delle professioni sanitarie")".