LEGGE 8 novembre 1991, n. 360

Interventi urgenti per Venezia e Chioggia.

note: Entrata in vigore della legge: 29/11/1991 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 23/12/1997)
Testo in vigore dal: 1-6-1995
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 2. 
Interventi di competenza dello Stato,  della  regione  Veneto  e  dei
                   comuni di Venezia e di Chioggia 
  1. Lo stanziamento di cui all'articolo 1 e' cosi ripartito: 
    a) lire 36 miliardi, per interventi di competenza dello Stato  da
destinare   alla   realizzazione   di   iniziative,   anche   avviate
successivamente al 1 gennaio 1991 e per le  quali  siano  stati  gia'
assunti i  conseguenti  impegni  finanziari,  volte  all'arresto  del
processo di degrado del bacino lagunare, ivi compresi gli  interventi
volti al controllo della proliferazione algale. Della predetta somma,
lire 6 miliardi sono destinati al Ministero per i  beni  culturali  e
ambientali per interventi di competenza di cui all'articolo 3,  primo
comma, lettera e), della legge 29 novembre 1984, n. 798,  e  lire  un
miliardo e' destinato al medesimo Ministero per i  beni  culturali  e
ambientali per essere assegnato alla Fondazione  scientifica  Querini
Stampalia di  Venezia  per  interventi  in  conto  capitale  connessi
all'ampliamento e alla funzionalita' della sede, all'uopo utilizzando
le disponibilita' in conto residui del capitolo 7540 dello  stato  di
previsione del Ministero dei lavori pubblici  per  l'anno  1991,  che
saranno versate all'entrata  del  bilancio  dello  Stato  per  essere
riassegnate,  con  decreto  del  Ministro  del  tesoro,  ad  apposito
capitolo dello stato di previsione del predetto Ministero per i  beni
culturali e ambientali; lire 2 miliardi sono destinati  al  Ministero
dei trasporti per interventi relativi  all'aeroporto  Marco  Polo  di
Venezia; lire 5 miliardi sono destinati  al  Ministero  dell'ambiente
per  iniziative  riguardanti  la   realizzazione   del   sistema   di
coordinamento  e  di  controllo  degli  interventi   finalizzati   al
riequilibrio  idrogeologico,  alla  salvaguardia  ambientale  ed   al
disinquinamento della laguna di Venezia e del bacino scolante; 
    b) lire 16 miliardi, per interventi di competenza  della  regione
Veneto,  da  destinare  alla  realizzazione  di  iniziative  per   il
risanamento, il disinquinamento e  la  prevenzione  da  inquinamenti,
nonche' per interventi di tutela ambientale.  I  predetti  interventi
dovranno  essere  realizzati  in  un  quadro  programmatico  unitario
riguardante l'intero bacino  scolante  in  laguna  e  coordinati  con
quelli di competenza dello  Stato  ai  sensi  della  lettera  a)  del
presente comma; 
    c) lire 36 miliardi per interventi di competenza  del  comune  di
Venezia e lire 3 miliardi per interventi di competenza del comune  di
Chioggia, per l'avvio di un piano pluriennale volto al  miglioramento
delle  condizioni   socio-economiche   delle   citta'   mediante   la
realizzazione di opere di infrastrutturazione  generale  e  di  opere
edilizie per i settori della  cultura,  dello  sport,  ospedaliero  e
giudiziario  da  localizzarsi  nell'ambito   dell'intero   territorio
comunale; 
    d) lire 9 miliardi per interventi di  competenza  dei  comuni  di
Venezia e di Chioggia,  individuati  nell'articolo  6,  primo  comma,
della legge 29 novembre 1984, n. 798, nonche' per la  concessione  di
contributi  in  conto  capitale  ed   in   conto   interessi,   anche
congiuntamente, per l'acquisto della prima  casa  di  abitazione  nei
predetti comuni; al comune di Chioggia e' destinato il 15  per  cento
dell'intero importo. 
  2. I comuni di Venezia e di Chioggia, per le finalita'  di  cui  al
comma 1, lettera  c),  del  presente  articolo,  sono  autorizzati  a
effettuare operazioni di locazione e di leasing e a  contrarre  mutui
quindicennali, anche presso istituti di credito  abilitati  ai  sensi
della normativa vigente; le somme di cui al comma 1, lettera c),  del
presente articolo possono essere utilizzate, anche in parte, a titolo
di concorso dello Stato, quale contributo una  tantum,  in  relazione
agli oneri di ammortamento delle predette operazioni. Gli inter venti
possono essere effettuati anche in regime di concessione. 
 ((  3.  Per  il  finanziamento  delle  iniziative   riguardanti   la
realizzazione, da parte del Ministero dell'ambiente, del  sistema  di
coordinamento  e  di  controllo  degli  interventi   finalizzati   al
riequilibrio  idrogeologico,  alla  salvaguardia  ambientale  ed   al
disinquinamento della Laguna di Venzia e del bacino scolante  di  cui
al comma 1, lettera a), e' autorizzata la spesa  di  5  miliardi  per
l'anno  1994.  Al  relativo  onere  si  provvede   a   carico   dello
stanziamento iscritto al capitolo 9001 dello stato di previsione  del
Ministero  del  tesoro  per  l'anno  1994,  parzialmente  utilizzando
l'accantonamento relativo al Ministero dell'ambiente. Il Ministro del
tesoro e' autorizzato ad apportare, con propri decreti, le occorrenti
variazioni di bilancio. Il Ministero dell'ambiente opera d'intesa con
le amministrazioni locali.  L'intesa  s'intende  acquisita  trascorsi
inutilmente trenta giorni dalla richiesta. )) 
  4. ((COMMA ABROGATO DAL D.L. 29 MARZO 1995, N.  96  CONVERTITO  CON
MODIFICAZIONI DALLA L. 31 MAGGIO 1995, N. 206 )).