LEGGE 9 gennaio 1991, n. 19

Norme per lo sviluppo delle attivita' economiche e della cooperazione internazionale della regione Friuli-Venezia Giulia, della provincia di Belluno e delle aree limitrofe.

note: Entrata in vigore della legge: 5-2-1991 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 23/12/2013)
Testo in vigore dal: 5-2-1991
al: 19-7-1993
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               Art. 7. 
  1. Alla gestione separata del Fondo  di  rotazione  per  iniziative
economiche nelle  province  di  Trieste  e  Gorizia  (FRIE),  di  cui
all'articolo 2 della legge 30 aprile 1976, n. 198,  e'  conferita  la
somma di lire 90 miliardi per il periodo 1991-1997,  di  cui  lire  5
miliardi per l'anno 1991 e lire 8 miliardi per  ciascuno  degli  anni
1992 e 1993. 
  2. La regione  Friuli-Venezia  Giulia  puo'  istituire,  con  legge
regionale, un fondo di rotazione speciale, costituito da stanziamenti
ordinari della regione, per la concessione di finanziamenti  a  medio
termine, della durata massima di 10  anni,  a  favore  delle  aziende
artigiane preferibilmente associate in consorzi. La misura del  tasso
di interesse a carico dei beneficiari dei  finanziamenti,  nonche'  i
criteri e le modalita' relativi, sono determinati, nel  rispetto  dei
principi del diritto comunitario, con riferimento alle leggi  statali
vigenti in materia.  A  tale  scopo  e'  assegnato  alla  regione  un
contributo di lire 10 miliardi, di cui lire 2 miliardi  per  ciascuno
degli anni 1992 e 1993.