LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10

Norme per l'attuazione del Piano energetico nazionale in materia di uso razionale dell'energia, di risparmio energetico e di sviluppo delle fonti rinnovabili di energia.

note: Entrata in vigore della legge: 17-1-1991. Il Titolo II entra in vigore il 15-7-1991. (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 10/06/2020)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 2-2-2007
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               Art. 4. 
       (Norme attuative e sulle tipologie tecnico-costruttive) 
1. COMMA ABROGATO DAL D.LGS. 19 AGOSTO 2005, N. 192. 
2. COMMA ABROGATO DAL D.LGS. 19 AGOSTO 2005, N. 192. 
3. Entro centottanta giorni dalla data di  entrata  in  vigore  della
presente legge, con decreto del Presidente della Repubblica, adottato
previa deliberazione del Consiglio dei ministri,  sentito  il  parere
del Consiglio di Stato, su proposta del Ministro  dell'agricoltura  e
delle foreste,  di  concerto  con  il  Ministro  dell'industria,  del
commercio e dell'artigianato, sentiti il CNR, l'ENEA, le regioni e le
province autonome di Trento e di  Bolzano,  sono  emanate  norme  per
definire i criteri generali per la costruzione o la  ristrutturazione
degli impianti di interesse  agricolo,  zootecnico  e  forestale  che
facilitino il raggiungimento degli obiettivi di cui all'articolo 1. 
4.  ((COMMA  ABROGATO  DAL  D.LGS.  19  AGOSTO  2005,  N.  192,  COME
MODIFICATO DAL D.LGS. 29 DICEMBRE 2006, N. 311)). 
5. Per le finalita' di cui all'articolo 1, entro  centottanta  giorni
dalla data di entrata in vigore della presente legge, con decreto del
Presidente  della  Repubblica,  adottato  previa  deliberazione   del
Consiglio dei ministri, sentito il parere del Consiglio di Stato,  su
proposta   del   Ministro    dell'industria,    del    commercio    e
dell'artigianato,  d'intesa  con  il  Ministro  dei  trasporti,  sono
emanate norme per il contenimento dei consumi energetici  in  materia
di reti e di infrastrutture relative ai trasporti nonche' ai mezzi di
trasporto terrestre ed aereo pubblico e privato. 
6. Il Ministro  dell'industria,  del  commercio  e  dell'artigianato,
sentiti  i  Ministri  interessati,  puo'  emanare  norme  specifiche,
efficaci anche solo per periodi limitati, dirette  ad  assicurare  il
contenimento dei consumi energetici. 
7. Con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, da emanarsi
entro centottanta giorni  dalla  data  di  entrata  in  vigore  della
presente legge, sono emanate norme idonee a rendere  apprezzabile  il
conseguimento  dell'obiettivo  dell'uso  razionale   dell'energia   e
dell'utilizzo  di  fonti  rinnovabili  di  energia  nei  criteri   di
aggiudicazione delle gare di appalto economicamente rilevanti per  la
fornitura di beni o servizi per conto della pubblica amministrazione,
degli enti territoriali e delle relative aziende, degli  istituti  di
previdenza e di assicurazione. Tale normativa e' inserita di  diritto
nella normativa che disciplina le gare  d'appalto  e  nei  capitolati
relativi.