LEGGE 1 dicembre 1986, n. 879

Disposizioni per il completamento della ricostruzione delle zone del Friuli-Venezia Giulia colpite dal terremoto del 1976 e delle zone della regione Marche colpite da calamita'.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 08/01/1994)
Testo in vigore dal: 21-12-1986
attiva riferimenti normativi
                               Art. 4.

  1. Per il completamento dell'opera di ripristino e di ricostruzione
degli  edifici demaniali e dei complessi edilizi adibiti al culto, di
cui  all'articolo  3 della legge 11 novembre 1982, n. 828, nonche' di
quelli  di  interesse  storico-artistico  di  cui alla legge 14 marzo
1968,  n.  292,  e' autorizzata l'ulteriore spesa di lire 85 miliardi
nel   periodo  1986-1991.  In  ogni  progetto  relativo  ai  predetti
complessi  e'  computata,  per  spese  di  compilazione,  direzione e
sorveglianza,  da  corrispondersi  all'ordinario diocesano, una somma
corrispondente al 7 per cento dell'ammontare dei lavori eseguiti.
  2.   Le   quote   per   il   triennio  1986-1988  sono  determinate
rispettivamente  in lire 5 miliardi per il 1986 e lire 2 miliardi per
ciascuno degli anni 1987 e 1988.
  3.  Per  la  ricostruzione,  per  l'acquisto o la costruzione nelle
province  di  Udine,  Pordenone  e  Gorizia  di  edifici da adibire a
caserme  per la Polizia di Stato e per i Vigili del fuoco, sulla base
di  un  piano  proposto  dal  Ministero dell'interno, e' riservata la
quota  di lire 45 miliardi a valere sul finanziamento di cui al comma
1 da ripartire nel periodo 1987-1991.
          Nota all'art. 4, comma 1:
            -  Il  testo  dell'art.  3  della legge n. 828/1982 e' il
          seguente:
            "Art.  3. - Per il completamento dell'opera di ripristino
          e  di  ricostruzione degli edifici demaniali e di culto, di
          cui  alla  legge  8 agosto 1977, n. 546 (2), e' autorizzata
          l'ulteriore  spesa  di 80 miliardi di lire da ripartire nel
          periodo  1982-85.  La  quota  relativa  all'anno 1982 resta
          determinata in 5 miliardi di lire".
            - La legge n. 292/1968 reca disposizioni sulla competenza
          del  Ministero  dei  lavori  pubblici  che  interessano  il
          patrimonio storico ed artistico.