LEGGE 15 aprile 1985, n. 140

Miglioramento e perequazione di trattamenti pensionistici e aumento della pensione sociale.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 28/12/2007)
Testo in vigore dal: 1-1-2008
aggiornamenti all'articolo
                               ART. 6. 
(Maggiorazione del trattamento pensionistico per gli ex combattenti) 
 
  1. I soggetti appartenenti alle categorie previste dalla  legge  24
maggio 1970, n.  336,  e  successive  modificazioni  e  integrazioni,
esclusi quelli che abbiano usufruito o abbiano titolo a fruire, anche
in parte, dei benefici previsti  dalla  legge  stessa,  e  successive
modificazioni e  integrazioni,  hanno  diritto,  a  domanda,  ad  una
maggiorazione reversibile  del  rispettivo  trattamento  di  pensione
determinato secondo le norme ordinarie, nella misura di  lire  30.000
mensili. 
  2. La maggiorazione prevista dal precedente comma, sempre a domanda
degli interessati, trova applicazione anche ai fin dei trattamenti di
pensione gia' in atto alla data di entrata in vigore  della  presente
legge, a condizione che la decorrenza della pensione  sia  successiva
al 7 marzo 1968, ed e' corrisposta nella misura del 50  per  cento  a
decorrere dal 1 gennaio 1985 e per il residuo importo dal 10  gennaio
1987. 
  3. La maggiorazione prevista dai precedenti commi e' soggetta  alla
disciplina della perequazione automatica. ((2)) 
  4. Le disposizioni di cui al presente articolo operano ai  fini  di
tutti i trattamenti di pensione derivanti da iscrizioni  assicurative
obbligatorie di lavoratori dipendenti e autonomi o  esercenti  libere
professioni; hanno effetti  economici  dal  1  gennaio  1985  per  le
pensioni in godimento e dal primo giorno  del  mese  successivo  alla
presentazione della relativa domanda per i futuri pensionati. 
  5. L'onere derivante dall'applicazione del presente articolo  e'  a
totale carico del bilancio dello Stato. 
  6. Lo Stato provvedera' a versare agli enti erogatori  di  pensione
interessati, con le modalita' che saranno stabilite con  decreto  del
Ministro  del  tesoro,  il  corrispettivo   degli   oneri   derivanti
dall'applicazione del presente articolo. 
  7. La maggiorazione di cui al presente articolo e'  da  considerare
parte integrante del trattamento di pensione  a  tutti  gli  effetti.
Detta maggiorazione, nei casi di  titolari  di  pensioni  al  minimo,
viene  aggiunta  all'importo   complessivo,   non   viene   assorbita
dall'integrazione al minimo, ne' trasforma la pensione  in  superiore
al minimo. 
  7-bis. Ai fini della liquidazione della maggiorazione prevista  dal
comma 1, e' data facolta' agli aventi diritto di presentare, in luogo
della prescritta documentazione, una  dichiarazione  sostitutiva  dei
requisiti combattentistici. 
  7-ter. La presentazione della dichiarazione di cui al  comma  7-bis
e' sottoposta alle disposizioni contenute nella legge 4 gennaio 1968,
n. 15. 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (2) 
La L. 24 dicembre 2007, n. 244 ha disposto (con l'art. 2, comma  505)
che "L'articolo 6, comma 3, della legge 15 aprile 1985,  n.  140,  si
interpreta nel senso che la maggiorazione prevista dal  comma  1  del
medesimo articolo si perequa a partire dal momento della  concessione
della maggiorazione medesima agli aventi diritto".